Finlandia, studente assalta una scuola armato di spada: un morto e 10 feriti

L’attacco è avvenuto nel centro commerciale Hermann a Kuopio, città dell’est della Finlandia, dove si trova la scuola professionale Savon Ammattiopist.

Almeno un morto e 10 feriti: è questo il bilancio dell’attentato compiuto quest’oggi nel centro commerciale Hermann a Kuopio, città dell’est della Finlandia, dove si trova la scuola professionale Savon Ammattiopist. Uno studente armato di spada e di un’arma da fuoco ha assaltato l’istituto scolastico con il proposito di compiere una strage. La notizia, riportata da diversi media finlandesi, è stata confermata della Polizia sul suo profilo Twitter.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’incubo terrorismo torna in Finlandia

Secondo una prima ricostruzione, il giovane aggressore è entrato in classe poco dopo mezzogiorno e ha estratto una spada dalla sua borsa, colpendo subito un’insegnante, che è stata ferita ad una mano. Mentre tentava di fuggire, gli altri studenti gli hanno lanciato contro delle sedie per cercare di bloccarlo ed alcuni di loro sono rimasti feriti. “Ha colpito una ragazza al collo con una spada e poi l’ha accoltellata all’addome”, ha riferito un testimone al giornale Keskisuomalainen, aggiungendo che “l’aggressore ha anche sganciato “una sorta di piccola bomba incendiaria”.

Il corpo della vittima, una ragazza, è stato poi trovato all’interno di una delle classi della scuola professionale Savon Ammattiopist. L’aggressore è uno dei feriti ed è stato arrestato: gli agenti l’hanno fermato con colpi d’arma da fuoco. Il suo obiettivo era proprio quella giovane donna, spiegano le forze dell’ordine, che risulta finora essere l’unica vittima. La Polizia ha confermato che si tratta di uno studente di 25 anni che frequenta l’istituto di formazione professionale bersaglio dell’attacco. Almeno due delle persone ricoverate, a quanto si apprende, sarebbero in gravi condizioni.

Come accennato, la Polizia è intervenuta usando armi da fuoco, e proprio per questo all’inizio si pensava a una sparatoria. Il centro commerciale Herman è stato intanto isolato e i feriti sono stati evacuati. Sul posto sono presenti numerose unità di soccorso e ambulanze. Il Primo ministro finlandese Antti Rinne ha subito condannato la violenza su Twitter: “Scioccante e assolutamente inaccettabile. Ho discusso con il direttore generale della Polizia e il governo sta monitorando la situazione da vicino. A nome mio e dell’intero governo, porgo le mie condoglianze a tutti i parenti”. Gli fanno eco il ministro degli interni Maria Ohisalo (Verde) e il sindaco di Kuopio, Jarmo Pirhonen. Ma da oggi in Finlandia si respira un’altra atmosfera.

EDS