Fratelli morti, erano in vacanza col padre a Firenze: li ha trovati lui in albergo

fratelli morti albergo firenze
Due fratelli morti in un albergo di Firenze: li ha scoperti il padre – FOTO: viagginews

Due fratelli morti, riversi a letto: la terribile scoperta è stata fatta dal loro stesso padre. La loro vacanza sfocia in una terribile tragedia.

È giallo sul ritrovamento di due fratelli morti all’interno di un albergo molto lussuoso a Firenze. I due avevano 20 e 27 anni e si chiamavano Robbe e Dries De Ceuster. Erano di nazionalità belga ed è stato il loro papà a ritrovarli ormai privi di vita, riversi sul letto della loro stanza con attorno diverse bottiglie vuote di vino ed alcolici. Si apprende che c’erano anche alcuni stupefacenti. I fratelli morti sono stati trovati ormai cadavere nel pomeriggio di oggi. In realtà erano fratellastri, avendo due madri diverse. Si trovavano in vacanza in Italia assieme al padre ed alla compagna di quest’ultimo. L’hotel dove è avvenuto il fatto è un quattro stelle situato a piazza Santa Maria Novella. De Ceuster Senior, interrogato dalla polizia, ha riferito agli inquirenti di avere chiamato i figli stamattina alle 11:30. Li ha trovati addormentati, a suo dire.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Fratelli morti, individuata con relativa certezza la possibile causa della morte

Poi però entrambi i giovani non davano più alcun segno e questo ha allarmato ulteriormente il genitore. Da qui la scoperta dei corpi. A nulla è valso l’intervento urgente dei sanitari del 118. Sul posto sono accorsi anche la Polizia Scientifica e gli agenti della Squadra Mobile di Firenze. È stata aperta una inchiesta, con subito alcune importanti certezze. Non sono stati trovati segni di effrazione in stanza e neppure di violenza su Robbe e Dries. Invece le bottiglie di alcolici vuote ed alcuni potenti analgesici hanno subito indirizzato gli investigatori sull’assunzione di un mix letale di tali sostanze. Ad ogni modo è stato disposto lo svolgimento di una autopsia sui corpi dei giovani.

Le vittime avevano della droga: quando l’hanno presa?

Oltre al papà delle vittime ed alla sua partner, anche alcuni membri del personale dell’hotel e dei vicini di camera sono stati ascoltati dagli inquirenti. Al vaglio anche le immagini del circuito chiuso di sicurezza delle telecamere installate su ogni piano. Il papà ha detto che i due hanno cenato con lui e la donna fuori, poi sono rientrati in albergo alle 22:30. Chi indaga vuole capire se la droga sia stata acquistata in precedenza o se i ragazzi siano usciti successivamente per questo scopo, e poi rientrati di nuovo successivamente.