Paola Perego: “Dopo che la Rai mi cacciò avevo paura di uscire di casa”

Paola Perego ospite a “Verissimo” racconta l’allontanamento dalla Rai, avvenuto nel 2017: “Avevo paura di uscire di casa”.

Paola Perego (Fonte: @paolaperego17 su Instagram)

Paola Perego è tornata a parlare della sua vita a “Verissimo”, ai microfoni di Silvia Toffanin. La Perego ha raccontato del difficile periodo che ha vissuto dopo essere stata allontanata dalla Rai. Il suo programma “Parliamone Sabato” venne chiuso all’improvviso a Marzo 2017, dopo una triste osservazione sulle “donne dell’Est” che aveva suscitato lo scandalo: durante l’ultima puntata la Perego parlò del “fenomeno delle donne dell’est e del fascino che queste donne esercitano sugli uomini”, e dopo pochissimo è comparso in sovraimpressione il titolo “La minaccia arriva dall’est. Gli uomini preferiscono le straniere […] Rubamariti o mogli perfette?”. 

Potrebbe interessarti anche –> Anticipazioni Verissimo: gli ospiti e gli argomenti di sabato 28 settembre

Paola Perego, dopo l’allontanamento dalla Rai ha sofferto di attacchi di panico

Dopo il triste episodio successo in Rai Paola Perego venne accusata di sessismo: “Da sempre porto avanti battaglie a favore delle donne” ha raccontato Paola alla Toffanin, “e questa cosa mi ha ferito profondamente. Sentivo il giudizio della gente per strada e mi sono quasi ritrovata ad avere paura di uscire di casa: un’esperienza bruttissima”. A “Verissimo” Paola ha raccontato anche degli attacchi di panico di cui soffre fin da giovanissima, e che sono tornati a colpirla dopo l’allontanamento dalla Rai: “Ne ho sofferto per una trentina d’anni, quasi tutta la vita, tant’è che sto scrivendo un libro sull’argomento. Il primo attacco di panico non lo scordi mai. Io avevo sedici anni, ero in macchina, mentre tornavo dal cinema e mi mancava l’aria. In generale, quando mi arrivavano le crisi scrivevo molto, così ora ho deciso di raccogliere i miei diari e di scrivere questo libro per raccontare la mia esperienza e far capire agli altri che se chiedi aiuto è molto più facile guarire”. 

Sicuramente le brutte esperienze vissute sono servite a Paola per rivalutare le proprie priorità, e adesso al primo posto della sua vita ci sono i figli e il marito Lucio Presta: “Ho capito che era quello giusto praticamente subito. Dopo sette mesi che stavamo insieme gli ho detto che se anche la nostra storia fosse finita lui sarebbe stato l’uomo più importante della mia vita. Abbiamo la stessa visione del mondo e la stessa onestà morale. Lui è l’uomo che mi completa. Tra alti e bassi sono 23 anni che stiamo insieme”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!