Padre suicida: la moglie sta per partorire, lui si spara in un bosco

padre suicida
Un uomo prossimo a diventare padre suicida a soli 34 anni – FOTO

Un uomo prossimo a diventare padre suicida mentre la moglie è prossima a dare alla luce il loro figlio. La scoperta del corpo avvenuta solo molte ore dopo.

Non sanno spiegarsi il perché di quanto accaduto: un padre suicida a soli 34 anni si è sparato alla testa dopo essere uscito per andare a lavorare. Il fatto è avvenuto nella serata di martedì 24 settembre a Montesicuro, un piccolo comune della provincia di Ancona. Lui era originario di Loreto e papà non lo era ancora in realtà, ma lo sarebbe diventato nel giro di qualche settimana, con la sua moglie ormai prossima al parto. Il padre suicida lavorava nel porto della città dorica, dove svolgeva la professione di rimorchiatore. Una volta uscito di casa ha cominciato a vagare senza meta, per poi fermarsi su di un tratto della Strada Provinciale 6.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Padre suicida, la scoperta avvenuta per opera di uno sconosciuto

Qui ha percorso un tratto di campagna a piedi, lungo un sentiero privo di luci. Fino a quando non si è seduto sotto ad un grosso albero, dove ha estratto la pistola per poi puntarsela alla testa. Il colpo a bruciapelo ha ucciso sul colpo il 34enne, partito da quell’arma regolarmente detenuta da qualche anno, a seguito di un furto subito in casa. Non ci sono dubbi da parte degli inquirenti sul fatto che si sia trattato di un suicidio. Nell’auto infatti è stato rinvenuto un biglietto in cui l’uomo chiede perdono a tutti i suoi cari.

Corpo ritrovato soltanto diverse ore dopo

Il ritrovamento del corpo è avvenuto solamente all’indomani, quando la moglie non ha visto suo marito rientrare dopo il turno notturno, e si è accorta anche che mancava la pistola. Ad accorgersi del corpo è stato uno sconosciuto, il quale ha compiuto la orribile scoperta dopo essersi messo a cercare il proprietario dell’auto lasciata proprio davanti a quel sentiero e che gli bloccava il passaggio verso casa. Il corpo è stato portato in ospedale per accertamenti, e subito è stato restituito alla famiglia dell’uomo. Si ipotizza per quanto avvenuto un forte attacco depressivo.