Sgarbi ascolta la voce della madre e si commuove in diretta

Vittorio Sgarbi
(Screenshot Video)

Ospite del programma Rai ‘Io e te’, Vittorio Sgarbi si commuove nel sentire una vecchia registrazione della madre che non c’è più.

Nell’ultima puntata di ‘Io e te‘, Pierluigi Diaco aveva come ospito in studio il critico d’arte e politico Vittorio Sgarbi. Come da tradizione, l’intervista all’ospite viene anticipata da un ricordo veicolato attraverso una registrazione audio. Per l’occasione il conduttore ha deciso di far ascoltare a Sgarbi la voce della madre. Un messaggio semplice, in cui la donna sembra parlare delle abitudini del figlio, di come tornasse tardi la notte e lei e suo marito si alzassero per passare un po’ di tempo con lui. Vittorio in un primo momento è sorpreso dal sentire la voce della madre, poi ascoltando quel racconto si lascia andare ad un sorriso che evidenzia come gli abbia portato alla memoria ricordi piacevoli.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Vittorio Sgarbi commosso nel sentire la voce della madre

Concluso l’audio, il critico d’arte sottolinea: “E’ la voce di mia madre, ed è un po’ malinconico visto che non c’è più – dice trattenendo un po’ di magone – ma lo sono sempre quelle delle persone che se ne sono andate”. Da questo poi traccia un aspetto positivo della società odierna, ovvero la possibilità di rimanere presenti anche dopo la morte: “Le voci dei morti, in questi caso la voce di mia madre, hanno la potenza di qualcosa che non finisce, che resta. Siamo così fortunati che mentre non abbiamo la parola di Platone , di Ariosto, di Petrarca e di Raffaello, negli ultimi cento anni possiamo continuare a vivere vedendoci in televisione quando non ci saremo più o sentendo le voci”. Quindi conclude aggiungendo: “E’ un miracolo della tecnologia”.