Femminicidio, donna uccisa dal fidanzato: corpo nascosto in un bosco

femminicidio donna uccisa
Ennesimo caso di femminicidio, succede in Lombardia: donna uccisa dal fidanzato che ne nasconde il corpo – FOTO: viagginews

Una donna è stata uccisa dal suo fidanzato. L’uomo ha provato a celare il cadavere di lei in un sacco a pelo buttato in un bosco, l’hanno fermato per caso.

Ennesimo caso di femminicidio. A Lomazzo, in provincia di Como, è stato rinvenuto il corpo senza vita di una donna di 48 anni. Sul cadavere erano presenti segni di violenza. La vittima è stata infatti uccisa da un uomo, che ha condotto proprio lì le forze dell’ordine che inizialmente lo hanno fermato quasi per caso. Presto gli agenti sono venuti a conoscenza della sparizione della sua compagna ed allora lo hanno messo sotto torchio. L’assassino, un cittadino di nazionalità marocchina, ha così confessato quando commesso. Lui l’ha ammazzata tramite strangolamento per poi nasconderla così, priva di vita, all’interno di un sacco a pelo. Poi l’ha nascosta in un bosco della località comasca.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Femminicidio, la donna uccisa sembra frequentasse la zona degli spacciatori

Una pattuglia di polizia lo aveva fermato per un controllo di routine a Milano, dopo il femminicidio compiuto. Ha 44 anni ed è un irregolare. Il clandestino ha agito d’impulso in seguito ad un litigio. La zona dove il corpo è stato nascosto è nota per essere un luogo frequentato dagli spacciatori di droga e dai loro numerosi clienti. Sempre in quell’area, a giugno del 2018, venne rinvenuto anche un giovane di 25 anni ridotto in fin di vita dopo essere stato ferito alla testa con un colpo di arma da fuoco sparato per uccidere. La vittima, anch’ella di provenienza dal Nord Africa, risultava nota alle forze dell’ordine. Pare frequentasse proprio quei boschi che facevano da luogo principale per lo spaccio di sostanze stupefacenti.