Rissa sullo scuolabus: 11enne pesta una bimba di 10 anni, gravi accuse per lei

scuolabusLa ragazzina è accusata di un crimine d’odio: secondo la Polizia ha picchiato una bambina afroamericana di 10 anni a bordo di uno scuolabus.

Una ragazzina di 11 anni è accusata di un crimine d’odio: secondo quanto riferito dalla Polizia, avrebbe sottoposto una bambina afroamericana di 10 anni a “insulti razziali”, oltre che a un’aggressione fisica. Il tutto sarebbe accaduto a bordo di uno scuolabus a Gouverneur, New York, a circa 100 miglia a nord di Syracuse. Tre le minori coinvolte nella brutta vicenda: due bianche e la vittima afroamericana.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Scontro razziale a bordo di uno scuolabus

I genitori della vittima hanno denunciato l’incidente alla Polizia di Gouverneur lo scorso 10 settembre, spiegando che la piccola era scesa dallo scuolabus con un occhio nero, i capelli strappati e un ginocchio era pieno di lividi dopo essere caduta sul sedile dello scuolabus. Dopo un’indagine della stessa Polizia, due ragazze bianche, di 10 e 11 anni, sono state arrestate e accusate di una serie di molestie aggravate. Quella di 11 anni è stata anche accusata di aggressione e crimini d’odio.

“Non è molto frequente accusare qualcuno un crimine d’odio nel villaggio di Gouverneur”, ha detto il sergente Darren Fairbanks alla Cnn. Il caso sarà gestito da un tribunale dei minori e i genitori delle due imputate sono già stati deferiti alla St. Lawrence County Probation per ulteriori approfondimenti. La sorvegliante a bordo dello scuolabus, una donna di 28 anni, deve a sua volta rispondere di tre capi d’accusa, avendo messo in pericolo l’incolumità di una bambina: secondo la Polizia ha infatti assistito all’aggressione ma “non ha alzato un dito per fermare e/o impedire quanto stava succedendo”.

Intanto la società First Student, che gestisce gli autobus utilizzati dal distretto scolastico, è stata invitata a fornire una maggiore formazione ad assistenti e sorveglianti. Lauren French, sovrintendente del distretto scolastico centrale di Gouverneur, ha dichiarato che l’incidente “è probabilmente l’evento più devastante da quando ho iniziato a lavorare qui, nel lontano 1984”. “Noi non siamo così”, ha affermato, “e dobbiamo prendere una posizione”.

EDS