Home News Avezzano, nasce il parchimetro a preghiere: niente soldi, solo Ave Maria

Avezzano, nasce il parchimetro a preghiere: niente soldi, solo Ave Maria

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:17
CONDIVIDI

Ad Avezzano nasce il primo parchimetro religioso: per sostare non è necessario pagare con le monete, ma recitare alcuni Ave Maria nella chiesa vicina.

Rosario (Photo by Scott Olson/Getty Images)

Sembra uno scherzo, ma è la verità: ad Avezzano è stato istituito il primo parchimetro a preghiere, nel piazzale retrostante la chiesa della Madonna del Passo, in Via Don Minzoni. Per lasciare la propria macchina in sosta in questo parcheggio non è necessario pagare con le monete, ma basta recitare alcune preghiere in chiesa. Esiste una tariffa oraria ben precisa: 10 Ave Maria per sostare un’ora, 20 per due ore, 30 per tre e 40 per quattro ore. Se si pensa di lasciare la macchina per cinque ore o più, sarà necessario recitare l’intero rosario. Se si ha bisogno di fare solo una breve sosta di un quarto d’ora al massimo, invece, basterà un Pater Ave Gloria.

Potrebbe interessarti anche –> San Gennaro, chi era: storia del vescovo martire patrono di Napoli

Parchimetro a preghiere: nuova strategia di marketing religioso

L’iniziativa è stata inventata da Don Vincenzo De Mario, che spiega: “Spero che questo gesto, che vuole essere una simpatica esortazione a pregare e a rendere più agevole la frequentazione della chiesa usando il parcheggio interno, stimoli una maggiore partecipazione dei parrocchiani alle funzioni religiose”. Lo stesso Don Vincenzo ha organizzato “divertenti” iniziative simili anche in passato: una volta aveva affisso fuori dalla parrocchia uno striscione con su scritto “La Domenica è gratis”, dopodiché ha distribuito ai giovani cattolici dei volantini su cui aveva scritto “Dio vi ascolta anche senza cellulari”; quest’ultima iniziativa voleva convincere i ragazzi a spegnere i telefonini durante la messa.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!