Home News Superenalotto, centrato un “6” da 66,3 milioni in provincia di Parma

Superenalotto, centrato un “6” da 66,3 milioni in provincia di Parma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:02
CONDIVIDI

La sestina vincente del Superenalotto è stata giocata a Montechiarugolo, nel punto vendita Tabacchi in via Parma. Il sindaco si fa avanti…

Un’altra vincita milionaria al Superenalotto poco più di un mese da quella – stratosferica – dello scorso 13 agosto a Lodi. A Montechiarugolo (Parma), nel punto vendita Tabacchi in via Parma 61, lungo una strada ad alta percorrenza tra Parma e Reggio Emilia, è stato centrato un “6” da ben 66.369.584,83 milioni di euro tramite una schedina 5 pannelli. Il Jackpot dell’estrazione di stasera è il 14° montepremi più alto nella storia del Superenalotto. La combinazione vincente: 9 18 26 43 60 79 Numero Jolly 57, Superstar 35.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il Superenalotto fa ancora sognare Parma (e non solo)

Quello di stasera è il secondo “6” al Superenalotto realizzato nel 2019, a poco più di un mese dalla vittoria record di Lodi dal valore di oltre 209 milioni di euro (che tra l’altro non è stata ancora riscossa). Per Parma è un’altra vincita record dopo quella del 9 febbraio 2010, che portò in città quasi 70 milioni di euro. Circa 7,9 milioni del Jackpot centrato torneranno però nelle casse dello Stato: è l’effetto della “tassa sulla fortuna” – introdotta a gennaio 2012 e raddoppiata a partire da ottobre del 2017 – che prevede un prelievo del 12% calcolato sulla parte eccedente i 500 euro di vincita.

Il sindaco di Montechiarugolo (poco più di 10mila abitanti), Daniele Friggeri, ha appreso la bella notizia “in trasferta” allo stadio Meazza di Milano dove è andato a seguire l’Inter in Champions. “È veramente incredibile, una bellissima notizia – ha detto all’Adnkronos -. Purtroppo non li ho vinti io, no, ma spero sia uno del nostro territorio, che questi soldi finiscano a uno che ne ha bisogno, che ne faccia buon uso”.

Da qui l’appello del primo cittadino: “Una piccola percentuale la potrebbe devolvere al Comune per la messa in sicurezza degli edifici pubblici e del nostro centro culturale che fa aggregazione. Sarebbe un’ottima iniziativa. Avremmo bisogno di risorse per metterlo a posto perché è davvero cruciale per i cittadini e se e se volesse contribuire gliene saremmo davvero grati”. Intanto il Jackpot per il prossimo concorso è di 5.700.000 euro.

EDS