Bimbo uccide il fratellino di 4 anni mentre gioca con la pistola della mamma

Bimbo uccide il fratello con la pistola
(Screenshot Video)

Tragedia negli Stati Uniti, un bambino di 5 anni ha ucciso il fratellino di 4 mentre giocava con la pistola della mamma in casa.

Una tranquilla domenica pomeriggio in uno dei quartieri più tranquilli di Forth Wort, Texas, è stata sconvolta da un tragico incidente casalingo. Due bambini stavano giocando in casa mentre i genitori stavano riposando, quando hanno casualmente trovato la pistola della madre. Il più grande dei due, 5 anni, ha preso lo strumento letale e per sbaglio ha fatto partire un colpo che ha centrato in pieno il fratello.

Il fragore dello sparo ha fatto svegliare la donna che si è ritrovata nel mezzo di un incubo. Senza perdere un attimo, la madre ha chiamato l’ambulanza nella speranza che il figlio potesse essere salvato. Il bambino, Truth (4 anni), è stato trasportato in codice rosso al Cook Children Hospital, ma nonostante l’intervento dei medici è morto un’ora dopo il ricovero.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Bimbo ucciso dal fratello con un colpo di pistola: nessuna accusa contro i genitori

La polizia locale che è intervenuta per esaminare la scena del tragico incidente e raccogliere la deposizione dei genitori del bimbo, ha dichiarato che al momento nessuno è stato incriminato per l’accaduto. Solitamente quando si verificano episodi del genere i genitori vengono iscritti nel registro degli indagati per negligenza, ma in questo caso pare non ci siano i presupposti. La pistola, infatti, era custodita in un luogo sconosciuto ai due bambini che l’hanno trovata casualmente. Possibile, dunque, che il caso venga chiuso come “tragica fatalità“.

Ciò nonostante l’accaduto riapre l’annosa questione del possesso di armi da fuoco negli Stati Uniti. Solo nella domenica in cui è morto il bambino si sono verificati altri 3 incidenti domestici ai danni di bambini causati dalla presenza di un arma da fuoco. Questo dimostra come le pistole rappresentino un pericolo per i bambini. Un motivo in più per modificare la contestata legge sul possesso di armi da fuoco. Quest’estate, infatti, sono state molteplici le sparatorie nelle città americane, l’ultima proprio in Texas ad inizio mese.