Home News Cristiano Ronaldo in lacrime per l’intervista del padre: “Non l’avevo mai vista”...

Cristiano Ronaldo in lacrime per l’intervista del padre: “Non l’avevo mai vista” VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:23
CONDIVIDI
Cristiano Ronaldo in lacrime
(Screenshot Video)

Ospite di Piers Morgan per un’intervista, Cristiano Ronaldo non riesce a trattenere le lacrime quando gli vengono mostrate delle immagini del padre.

Il fuoriclasse portoghese della Juventus Cristiano Ronaldo ha avuto un’infanzia difficile e quando ancora era agli albori della sua straordinaria carriera, ha perso il padre. L’uomo, Josè Dinis Aveiro, è morto a 52 anni a causa del cedimento del fegato, danneggiato da anni di alcolismo. All’epoca il calciatore portoghese aveva appena 20 anni e cominciava a mostrare il suo talento al mondo, illuminando i campi della Premier League. Difficilmente, in passato, Cr7 ha parlato del padre e del rapporto che avevano, preferendo relegare questo aspetto della sua vita ad una sfera privata.

Ospite di Piers Morgan, il campione della Juventus è stato colto di sorpresa quando il conduttore gli ha mostrato un’intervista che il padre aveva concesso alle tv portoghesi. In quella occasione Josè parlava del suo orgoglio per i risultati ottenuti dal figlio, parole che lo hanno fatto piangere a dirotto.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Cristiano Ronaldo in lacrime per le parole del padre

Con la voce rotta dall’emozione, Cristiano Ronaldo dice al conduttore: “Non avevo visto il video. Non avevo mai visto questo video. Incredibile”, esordisce il fuoriclasse che poi aggiunge: “Pensavo che l’intervista sarebbe stata divertente, non mi aspettavo che avrei pianto. Ma non avevo mai visto queste immagini, non so come tu le abbia avute… devo averle per mostrarle alla mia famiglia”.

In seguito Ronaldo spiega che il rapporto con il padre è stato complicato a causa del suo alcolismo: “Non ho mai conosciuto mio padre al 100%, era sempre ubriaco. Non ho mai avuto con lui una conversazione normale, è stata dura”. Un rimpianto a cui si aggiunge quello di non averlo avuto accanto negli anni successivi, quelli in cui ha vinto tutto a livello di squadra e personale: “La mia famiglia li ha visti, i miei fratelli, mia madre e persino il più grande dei miei figli, ma lui non ha visto nulla… è morto giovane”.