Sass Maor: morti due alpinisti in un incidente in Trentino

Morti due alpinisti in un incidente in Trentino a Sass Maòr, alle Pale di san Martino: uno di loro era un operatore del Soccorso Alpino.

sass maor
(Pixabay)

Una grave tragedia della montagna è avvenuta a Sass Maòr, alle Pale di san Martino in Trentino. Poco fa, i tecnici di Elisoccorso del Soccorso Alpino e due operatori della Stazione Primiero dell’Area operativa Trentino orientale del Soccorso Alpino hanno recuperato i corpi di due alpinisti. Le persone che hanno perso la vita sonodue alpinisti veneti originari di Monselice (Padova) e di Villafranca Padovana. Uno di loro è Michele Chinello, 51 anni, infermiere del Suem di Padova e operatore del Soccorso alpino.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Cosa è accaduto ai due alpinisti veneti morti a Sass Maor

A far scattare l’allarme ieri sera il loro mancato rientro presso il rifugio Velo della Madonna, dove i due avrebbero dovuto trascorrere la notte. Proprio il gestore del rifugio ha lanciato l’allarme. I due sarebbero precipitati per alcune centinaia di metri mentre stavano progredendo sulla via Scalet-Biasin. Ovviamente, a causa della grave caduta, per loro non c’è stato assolutamente niente da fare e i soccorritori hanno potuto soltanto raccogliere i corpi privi di vita.

Grande il cordoglio del Soccorso alpino di Padova su Facebook: “Ieri il nostro Michele Chinello e un suo compagno di cordata hanno perso la vita durante la scalata della via Scalet-Biasin, sul Sass Maor. Michele aveva 51 anni, apparteneva al Soccorso alpino di Padova, era infermiere al Suem di Padova e fino allo scorso anno aveva turnato come tecnico di elisoccorso nella base di Verona emergenza”. Forte l’abbraccio ai suoi cari da parte dei colleghi.

Leggi anche –> Canada, paura per tre alpinisti scomparsi: “Travolti da una valanga”