Chi è Amos Bocelli: età, carriera e vita privata del figlio di Andrea Bocelli

Conosciamo meglio Amos Bocelli, il primogenito del tenore Andrea, che si è laureato in ingegneria aerospaziale presso l’Università degli Studi di Pisa

Amos Bocelli
GettyImages

Amos Bocelli nasce il 22 febbraio 1995 dalla relazione tra Andrea Bocelli e Enrica Cenzatti. Della sua vita privata si san ben poco visto che non è vicino al mondo dello spettacolo. Si è laureato in ingegneria aerospaziale all’Università degli Studi di Pisa portando a termine un traguardo importantissimo. Collabora attualmente con la Fondazione di papà Andrea. Ha accompagnato anche il padre al piano in diverse esibizioni alternandosi negli anni insieme a suo fratello Matteo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi è Amos Bocelli: la dedica di papà Andrea

Lo stesso Andrea Bocelli, impossibilitato ad assistere alla laurea del proprio figlio per impegni di lavoro, gli ha dedicato una lettera emozionante: “Caro Amossino, tante volte mi avrai sentito ripetere, che ciascuno di noi altro non è, se non la somma delle proprie esperienze e conoscenze. Poche parole sono spesso sufficienti ad esprimere concetti, valori, idee importanti, ma, quanta fatica serve poi, per trasformare il dire in fare, le parole in fatti concreti, i sogni in realtà! Quando ti ho conosciuto, poco più di vent’anni fa, un tempo che è passato con la velocità di un lampo, sollevandoti al petto, piano piano, per paura di farti male, in quell’istante ho capito che la mia vita era di colpo cambiata e che la vita di quel bimbo appena nato, che tenevo tra le braccia, già valeva più della mia stessa vita”.

Poi ha aggiunto: “Da allora è iniziata per me la professione più delicata e complessa, cui un uomo possa aspirare: quella di padre. Hai parlato presto e presto abbiamo imparato a comprenderci.  Io sapevo bene, però, che i bimbi chiudono gli orecchi alle parole, ma tengono gli occhi ben aperti sugli esempi. Così, sono andato all’acqua e al vento, vincendo con grande fatica, il desiderio grande di restare a casa con voi. Non è stato facile, ma i risultati sono andati oltre ogni più rosea aspettativa. Il percorso scolastico che hai scelto è certamente tra i più complessi e per soprammercato hai portato a termine i tuoi studi musicali”.