Home News Omicidio brutale per una precedenza: uomo ucciso a coltellate davanti alla moglie

Omicidio brutale per una precedenza: uomo ucciso a coltellate davanti alla moglie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:44
CONDIVIDI

Omicidio brutale per una precedenzaScoppia una lite per una precedenza non rispettata e finisce in tragedia: un uomo è stato ucciso in strada a colpi di coltello davanti alla moglie e al figlio.

Ieri sera, ad Andria, è tornata la paura in seguito ad un brutale omicidio in strada. Tutto è cominciato per una banale lite stradale tra due automobilisti per una precedenza non rispettata in una rotatoria. Secondo la ricostruzione parziale effettuata dagli investigatori la vittima, un uomo di 28 anni originario di Trani, stava viaggiando a bordo della propria auto con la moglie ed il figlio in via Puccini. Siamo in pieno centro di Andria, nella primissima serata (erano le 19), quando l’uomo giunge ad una rotatoria ed è costretto ad una brusca frenata a causa di un’altra auto che non rispetta la precedenza.

Come capita spesso di vedere l’automobilista reagisce insultando l’altro; questo non la prende bene e risponde a tono. Ne nasce una lite che porta i due uomini a scendere dalle auto per continuare la discussione. Giungi vis a vis il contendente esce un coltello e colpisce ripetutamente l’avversario. La moglie assiste a tutta la scena e di getto scende in strada per andare a soccorrere il marito agonizzante. Le urla di paura della donna e quelle di dolore dell’uomo attirano i presenti che vanno a prestare soccorso e chiamano l’ambulanza.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Uomo ucciso per una lite stradale: catturato il presunto colpevole

La moglie fa quello che può per tamponare le ferite del marito, mentre l’aggressore approfitta del caos generato per scappare dalla scena del crimine. Poco dopo arriva l’ambulanza ed una volante della polizia. I paramedici cercano invano di salvare la vita all’uomo, ma un fendente ha reciso l’aorta e un’ora dopo l’aggressione la vittima muore. Gli agenti raccolgono informazioni dai testimoni e scoprono che il colpevole è un uomo sulla cinquantina che guida una Mercedes; comincia una caccia all’uomo per tutta la città finché gli agenti non rintracciano il presunto colpevole e lo portano in centrale.

Una storia di violenza, l’ennesima in una città colpita dalle guerre intestine tra clan rivali, che sconvolge tutta la città. Nei prossimi giorni gli investigatori cercheranno di fare luce sull’accaduto per appurare che l’uomo in stato di fermo sia effettivamente l’assassino.