Inchiesta su Ciro Grillo, oscurata per favorire il governo PD-M5S?

Ciro GrilloSul web molti italiani sollevano il dubbio che l’accusa di stupro ai danni di Ciro Grillo sia stata celata per favorire l’accordo di governo.

La scorsa settimana è diventata mediaticamente onnipresente la notizia dell’indagine ai danni del figlio di Beppe Grillo, Ciro, per stupro di gruppo ai danni di una diciannovenne milanese. Non un caso, visto la gravità delle accuse e la celebrità del padre di uno degli accusati. I fatti si sono svolti la notte del 16 luglio scorso, nella villa del comico genovese a Porto Cervo.

Secondo quanto rivelato dalla ragazza alle forze dell’ordine, i 4 giovani hanno insistito perché lei ed una sua amica li seguissero in casa per mangiare qualcosa. Dopo il pasto l’amica si è addormentata ed uno dei quattro ha cominciato a farle delle avance sessuali che lei ha rifiutato. Il ragazzo l’ha forzata a fare sesso, quindi sono sopraggiunti gli altri tre che hanno approfittato della situazione. La diciannovenne ha trovato il coraggio di denunciare solamente il 26 luglio scorso, dieci giorni dopo l’accaduto.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Inchiesta Ciro Grillo, perché è emersa solo a settembre?

In questi giorni gli investigatori stanno cercando delle prove che confermino l’accusa della ragazza nello smarphone di Ciro Grillo. Nel corso di una perquisizione nella villa del comico genovese, infatti, sono stati sequestrati tutti i dispositivi elettronici del ragazzo ed ora si cercano delle chat cancellate che possano dimostrare la violenza. Nel frattempo, però, sul web c’è chi, per spirito di polemica o abitudine alla ricerca del complotto, trova il tempo per insinuare che ci sia qualcosa di sospetto nelle tempistiche di divulgazione della notizia.

La tesi complottista, riportata dal ‘Giornale’, si può riassumere nel tweet di un utente: “Visto che ci avete tritato le palle per una settimana con la moto d’acqua del figlio di Salvini; sarebbe il caso voi faceste un bel pezzo sullo stupro del figlio di Grillo, che non ancora si è capito il perché è avvenuto il 16 luglio ed esce solo adesso!”. Innanzitutto il test della moto d’acqua è avvenuto alla luce del sole ed è stato visto da molti. Poi c’è da considerare che in questo caso si tratta di un reato grave, che sono state fatte tutte le opportune verifiche e che probabilmente, prima che potessero essere diffuse informazioni a riguardo, l’indagine dovesse divenire pubblica.