Home News Adolescente usa la carta dei genitori per assoldare un killer che li...

Adolescente usa la carta dei genitori per assoldare un killer che li uccida

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:40
CONDIVIDI

adolescente usa la carta dei genitori per assoldare un killerUna adolescente della Florida è stata arrestata per tentato omicidio dopo aver utilizzato la carta di credito dei genitori per assoldare un killer che li uccidesse.

Molti adolescenti sviluppano nella fase della crescita un avversione verso la figura genitoriale. Si tratta di una fase di ribellione all’autorità genitoriale che fa parte della maturazione psicologica del soggetto, ma non sempre è così. Ci sono casi in cui, infatti, questa avversione si tramuta in odio, trascendendo il tipico quadro psicologico adolescenziale.

Questo è sicuramente il caso di Alyssa Hatcher, 17enne della Florida che ha cercato di far uccidere i propri genitori da un killer. La ragazza era decisa a far compiere l’omicidio al punto da architettare un piano diabolico. Sottratta la carta di credito ai genitori, è andata nei quartieri malfamati alla ricerca di un uomo che accettasse di macchiarsi le mani in cambio di denaro.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Adolescente arrestata per aver cercato di uccidere i genitori

La prima volta ha prelevato 503 dollari e li ha dati ad un uomo per convincerlo a compiere l’omicidio. Questo ha preso il denaro dalla ragazzina, ma poi non ha mai messo in atto il piano. Determinata a terminare le persone che l’avevano messa al mondo, Alyssa è andata in una famigerata Drug House. Questa volta a prelevato 947 dollari, 100 li ha usati per comprare della cocaina ed il resto li ha dati ad un tossicodipendente per l’omicidio. Anche in questo caso, però, il suo piano non è andato in porto.

A denunciare la sua ossessione è stata un’amica che, preoccupata che il suo piano riuscisse, ne ha parlato ad un consulente scolastico. Questo ha avvisato immediatamente le autorità che investigando sul caso hanno trovato le prove per incriminarla. Non solo le transazioni effettuate con la carta dei genitori, ma anche la testimonianza del fidanzato che ha confermato il secondo tentativo di assoldare un killer.