Home News Michael Schumacher è cosciente, clamorosa rivelazione dall’ospedale di Parigi

Michael Schumacher è cosciente, clamorosa rivelazione dall’ospedale di Parigi

CONDIVIDI

Michael Schumacher è cosciente, clamorosa rivelazione dall’ospedale di Parigi. 

Schumacher
(Archivio)

Arriva una notizia che, se venisse confermata, ci riempirebbe il cuore di gioia. Michael Schumacher, il grande campione di Formula Uno simbolo della Ferrari più vincente della storia, sarebbe cosciente. A rivelarlo il quotidiano Le Parisien che riporta una conversazione tra due infermieri che in questi giorni hanno visto in prima persona il pilota tedesco.

Leggi anche –> Michael Schumacher: “La famiglia dovrebbe dare più aggiornamenti”

Come vi aveva scritto Schumi è stato portato in una clinica di Parigi per sottoporsi a cure sperimentali con le staminali. Il massimo riserbo sulle sue condizioni è stato rotto da questa conversazione rubata. “È nel mio reparto, ti posso assicurare che è cosciente” avrebbe detto uno degli infermieri che lavorano in quella struttura.

Michael Schumacher, in cosa consiste il trattamento con le staminali?

Nessuno, a parte i medici ed i familiari si Schumi, è al corrente su quale sia il trattamento a cui verrà sottoposto il campione tedesco. Secondo una fonte anonima del ‘Parisien‘ potrebbe trattarsi di una cura basata sull’iniezione di cellule cardiache staminali nel sistema cardiocircolatorio. L’ipotesi si basa sul fatto che tra i medici scelti per effettuare il trattamento ci sia il luminare Menasché, pioniere in questo tipo di trattamenti.

In realtà le ipotesi plausibili sono due: la prima è che il medico possa applicare delle cellule staminali embrionali al cuore del campione tedesco per ripararne le cellule danneggiate. Tale procedimento è stato già effettuato con successo dallo stesso Menasché nel 2014. L’altra ipotesi è legata alle sperimentazioni che il luminare sta facendo in questi anni. Si è scoperto che le cellule staminali possono modificare il micro ambiente degli organi e stimolare la produzione di cellule e di fattori anti infiammatori.

Il trattamento dunque potrebbe consistere nell’immissione di cellule staminali per via endovenosa allo scopo di generare una risposta sistemica antiinfiammatoria. Se il trattamento avesse successo, potrebbe generare una risposta dell’organismo ed evitare il decadimento degli organi interni, stimolandoli a produrre nuove cellule per riparare quelle danneggiate.