Home News Ubriaco al volante, uccide la fidanzata e si presenta al suo funerale:...

Ubriaco al volante, uccide la fidanzata e si presenta al suo funerale: finisce malissimo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:26
CONDIVIDI

Thomas Baird ha ucciso da ubriaco Demi Grewer in uno spaventoso incidente stradale. Ma non gli è bastato: oltre al danno, per i familiari della ragazza c’è stata anche la beffa.

Demi Grewer, un’adolescente di Manchester, è stata uccisa in un terribile incidente stradale dal suo fidanzato, Thomas Baird, ubriaco al volante, con cui stava insieme da 7 mesi. Poi, come se non bastasse, quest’ultimo si è anche filmato mentre rideva e scherzava entrando nel tribunale di Chester, e ha pubblicato il video su Snapchat. E la famiglia della vittima ha dovuto affrontare, oltre al danno, anche la beffa e le angherie del giovane che si è “imbucato” al funerale della ragazza per scattare foto da pubblicare poi sui social.

Demi Grewer aveva solo 18 anni quando ha perso la vita in un violentissimo schianto. Thomas Baird era tornato a casa ubriaco dai festeggiamenti per il suo 21° compleanno perché non voleva pagare un taxi. L’auto sulla quale viaggiavano i due fidanzati è finita contro una recinzione: Demi è rimasta gravemente ferita e successivamente è deceduta in ospedale. I familiari della vittima, devastati dal dolore, gli avevano chiesto di non farsi vedere al suo funerale, non essendo il benvenuto. E invece lui ha pubblicato i suoi selfie fuori dalla chiesa. E’ stato quello l’inizio di una campagna di vera e propria persecuzione sui social, culminata con le riprese di Baird che fa il gradasso di fronte alle aule di giustizia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Una ragazza uccisa due volte dal fidanzato ubriaco

“Da quando mia figlia è morta, Tom Baird ha tormentato la mia famiglia attraverso i social media” ha raccontato Lindsay Donohue, 41 anni. “Gli abbiamo chiesto di non partecipare al funerale, ma ha pubblicato le sue foto fuori dalla chiesa. Mentre si recava in tribunale per il processo, si è filmato ridendo e scherzando fuori dall’aula. La sua mancanza di rimorso è a dir poco agghiacciante. Non ha mostrato alcun rispetto per la memoria di Demi”. Ora, però, il 22enne reo confesso sta scontando una condanna a quattro anni e mezzo di carcere per omicidio.

EDS