Messi può lasciare il Barcellona gratuitamente a fine stagione

Messi può lasciare il Barcellona
(Getty Images)

Bomba di mercato del Pais, Leo Messi ha una clausola contrattuale che gli permette di lasciare il Barcellona a fine stagione.

Negli ultimi 14 anni siamo stati abituati a vedere Leo Messi, uno dei due calciatori più forti al mondo (per molti il più forte della storia del calcio), con la maglia del Barcellona e difficilmente lo si immaginerebbe in un’altra squadra. Il fuoriclasse argentino, infatti, ha giurato fedeltà alla causa blaugrana e rimane ad oggi uno dei pochi esempi (insieme a Totti, per fare un esempio italiano) di calciatore vecchio stampo, legato non solo al denaro ma anche all’ideale di fedeltà alla squadra con cui ha esordito e vinto tutto.

Eppure al termine della stagione il fuoriclasse di Rosario potrebbe lasciare il Barcellona. A permetterglielo è il contratto in essere con la squadra catalana che prevede una clausola che permette all’argentino di decidere unilateralmente se continuare il rapporto con il club al termine di ogni stagione. La bomba di mercato è stata rivelata dal quotidiano iberico ‘El Pais‘ e pare sia stata confermata dalla società.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Messi andrà via dal Barcellona a fine stagione?

La possibilità di strappare Messi al Barcellona senza pagare il cartellino al club potrebbe fare gola a molti. I club più danarosi d’Europa, come Paris Saint Germain e Manchester City potrebbero portare a casa il fuoriclasse offrendo un contratto che preveda più di 50 milioni di euro netti a stagione (quello che gli versa il club attuale) alla “Pulce” senza dover chiedere il permesso al Barça.

Potrebbe sembrare una clausola suicida, ma dalle parti del Camp Nou sono sereni, convinti che Messi non ceda alle sirene estere e rimanga fedele. Cosa rende così sicuri i dirigenti del Barcellona? Semplice, intanto il contratto da 50 milioni a stagione (nessuno prende quanto Messi, nemmeno Cristiano Ronaldo), quindi l’età del calciatore (a giugno 2020 compirà 33 anni), poi la volontà del calciatore che dal 2004 ad oggi non ha mai voluto cambiare squadra ed infine i precedenti: pare che anche Xavi e Iniesta avessero da contratto clausole simili e questo non ha influito sulla loro decisione di concludere la carriera europea con i catalani. Perché Messi ha preteso questa clausola? Probabilmente per avere la libertà di scegliere quando concludere la propria esperienza europea senza gravare troppo sulle casse del Newelle’s, squadra argentina per cui tifa, in cui ha mosso i primi passi e nella quale ha giurato di tornare a fine carriera.

Fabio Scapellato