Video compromettenti con ragazzini, blitz in casa dell’ex calciatore Christoph Metzelder

Christoph Metzelder
Indagine a carico di Christoph Metzelder: l’ex calciatore sospettato di pedopornogafia – FOTO © Getty Images

Perquisizione da parte della polizia tedesca in casa di Christoph Metzelder, ex calciatore di Real Madrid e nazionale tedesca. L’accusa è grave ma ancora tutta da provare.

Christoph Metzelder, ex difensore di Real Madrid, Borussia Dortmund e della Germania, è sospettato di detenere e di avere diffuso materiale pedopornografico. Diversi organi di stampa hanno diffuso la notizia secondo la quale la polizia tedesca ha fatto irruzione nella sua casa di Dusseldorf, su disposizione dei pubblici ministeri di Amburgo, per cercare eventuale materiale compromettente che possa inchiodare il 38enne ex calciatore alle proprie responsabilità. Tutto era partito dalla denuncia di una donna, la quale aveva intrattenuto una conversazione privata con Christoph Metzelder tramite Whatsapp. La stessa riferisce che quest’ultimo le avrebbe inviato materiale inequivocabile raffigurante dei ragazzini.

LEGGI ANCHE –> Pesca, bimba di 4 anni prende luccio di 15 kg con canna giocattolo – VIDEO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Christoph Metzelder, la polizia gli ha sequestrato telefonino e pc

La donna avrebbe anche avuto una relazione con Metzelder, il quale è stato prelevato dalle forze dell’ordine mentre stava partecipando ad un corso di coaching presso una rinomata struttura sportiva nel Reno. Condotto a casa sua, l’ex difensore centrale – vincitore di 5 titoli nazionali tra Spagna e Germania e con all’attivo 47 convocazioni in nazionale dal 2001 al 2008 – si è visto sequestrare il telefono cellulare ed un computer, che gli inquirenti hanno passato al setaccio. Non si sa quale sia stato l’esito delle ricerche, ma la stampa tedesca riferisce che Christoph Metzelder non è stato arrestato. Si attende ora un qualche tipo di dichiarazione da parte di quest’ultimo in merito alla vicenda che ha tirato in ballo il suo nome. Le accuse risultano comunque ancora da provare.

LEGGI ANCHE –> Ragazza morta, stava ballando sul palco: trafitta da fuoco d’artificio – VIDEO