Tiki Taka, Pardo: “Non so se Wanda Nara resta. Icardi quarta punta al PSG, una sconfitta”

wanda nara icardi
Pierluigi Pardo su Wanda Nara: “Non so se resta a ‘Tiki Taka’, Icardi al PSG non è un trionfo” – FOTO: screenshot

Pierluigi Pardo ha le idee chiare sulla vicenda che ha contrapposto Icardi e Wanda Nara all’Inter: “Non so se rimarrà a ‘Tiki Taka’, lei e Mauro hanno perso”.

Mauro Icardi è andato al Paris Saint-Germain e la guerra con l’Inter per adesso è finita e di questa antipatica vicenda venutasi a creare fra il giocatore – assistito dalla moglie ed agente Wanda Nara – ed il club nerazzurro non se ne dovrebbe più parlare almeno fino al prossimo mese di giugno, quando il PSG deciderà se optare o meno il diritto di riscatto del prestito. In merito a tutto questo ha fornito la propria opinione anche Pierluigi Pardo, conduttori di ‘Tiki Taka’, programma tv che vede tra i suoi principali protagonisti proprio Wanda Nara. Alla trasmissione radio ‘Tutti Convocati’, Pardo ha svelato qualche retroscena importante. “Abbiamo vissuto una vicenda surreale, Wanda ha visto del tutto fallire la sua strategia, ammesso che ne abbia mai avuta una. Icardi è forte e non sarà difficile per lui trovare una squadra che lo faccia giocare anche in futuro. Ma l’idea di vedere un bomber da 124 gol con la maglia dell’Inter sottoposto a minacce ed andare via tra i caroselli e le manifestazioni di gioia di quelli che erano i suoi tifosi è sconcertante”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Wanda Nara, Pardo non sa se lei continuerà ad esserci a ‘Tiki Taka’

La Nara continuerà a presenziare a ‘Tiki Taka’? Pardo risponde con onestà: “Non lo so. Ma in caso di prolungamento della causa intentata all’Inter, la sua presenza non sarebbe stata conciliabile con la mia deontologia professionale. L’ho fatto presente a Mediaset e questa cosa può essere messo agli atti. Ora si spera in una buona stagione del calciatore in Francia, così magari il PSG penserà a riscattarlo. Icardi all’Inter non avrebbe mai più giocato, è evidente che non era un capriccio di Spalletti. Le parole di Wanda non bastano a provocare scompiglio nello spogliatoio, ma non puoi dire di amare una squadra per poi farle causa. Perisic ha avuto dei problemi e se ne è andato. Ora è arrivato Conte, che ha carattere e grinta in abbondanza. Se avesse trovato in Icardi qualità tecniche e comportamentali importanti, mi viene difficile da pensare che non avrebbe insistito con l’Inter per continuare a puntarci su”.

“Fare la quarta punta al PSG non è una vittoria”

E ancora: “Wanda ha detto delle cose gravi e se Icardi fosse stato un leader avrebbe tranquillizzato lo spogliatoio, ma i compagni non lo hanno riconosciuto come capitano. Ed alla moglie avrebbe chiesto di rettificare tutto in tv. È innegabile come in questi ultimi 10 mesi i due argentini abbiano perso. A Wanda l’ho anche detto: “Se entro il 2 settembre non troverete una squadra, tu passerai alla storia in negativo. Le ho anche consigliato di accettare la Roma o il Napoli, con gli ambienti ideali per due persone che avevano accusato un crollo di immagine enorme negli ultimi mesi. Ora il salvabile è stato salvato, anche se Icardi è andato a fare la quarta punta al Paris Saint-Germain. E se questa può essere considerata una vittoria io sono magro.