Bimbo di 8 settimane sbatte la testa e muore, accusato di omicidio il padre

accusato di omicidio il padreUn bimbo di 8 settimane è morto a causa di ferite alla testa riportate dopo una caduta, il padre del piccolo è stato accusato di omicidio involontario.

Nelle prime ore del mattino del 10 settembre del 2018 viene chiamata un’ambulanza in una casa di Crowborough, nell’East Sussex, perché un bimbo appena nato ha delle difficoltà respiratorie. Quando i paramedici visitano il piccolo si rendono conto che ha subito delle lesioni al capo e lo portano in ospedale nel tentativo di salvargli la vita. Purtroppo i loro sforzi si rivelano vani ed il bambino muore dopo appena 8 settimane di vita.

Dalla successiva autopsia si ottiene la conferma che il bambino è morto a causa di una grave ferita alla testa. Pochi giorni dopo viene emessa un’ordinanza di cattura ai danni del padre, Michael Roe (32 anni), che viene arrestato con l’accusa di omicidio involontario. L’uomo infatti è colpevole di aver causato le ferite letali al figlio senza l’intento di ucciderlo o fargli del male. Nei prossimi giorni si dovrà difendere dall’accusa in tribunale.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Bimbo di 8 settimane muore a causa delle ferite alla testa, accusata anche la madre

A quanto pare non solo il padre del piccolo dovrà difendersi dalle accuse in tribunale. Dopo la tragica morte del figlio, infatti, la madre, una ragazza di soli 21 anni, potrebbe essere accusata di omicidio involontario o di negligenza. Lo scorso anno la giovanissima madre è stata interrogata dalla polizia per spiegare cosa fosse successo al piccolo e il prossimo martedì è attesa in tribunale per fornire la propria testimonianza. Una tragedia, quella occorsa a questi due giovani genitori, che potrebbe avere risvolti ancora più drammatici qualora venisse accertata la loro colpa dai giudici.

Leggi anche – > Madre uccide figlio, poi si suicida: “Lo progettava da tempo”