Maltempo: le violente perturbazioni causano danni e disagi a Roma

Maltempo Roma
(Vigili del Fuoco)

L’ondata di maltempo abbattutasi ieri pomeriggio a Roma ha causato danni e disagi alla popolazione: Ariccia e Castelli Romani le zone più colpite.

Il settembre italiano si è aperto con l’arrivo di una perturbazione proveniente dalla Spagna (A Maiorca qualche giorno prima una donna si era salvata per miracolo). Già giovedì la Protezione Civile aveva avvertito che nel fine settimana ci sarebbero stati disagi e forti precipitazioni in parte della Penisola, diramando l’allerta meteo per molte delle regioni tirreniche, tra cui anche il Lazio. Nella giornata di ieri la Capitale è stata colpita da violente scariche d’acqua che hanno causato disagi principalmente nella parte sud e nelle località di Ariccia e dei Castelli Romani.

La caduta di rami ed alberi in Via Appio Claudio, causata dalla violenza della pioggia, ha costretto i Vigili del Fuoco a chiudere il transito. Chiuso anche il sottopassaggio della Via Appia bis che porta a Velletri. I disagi maggiori però sono stati registrati ad Ariccia e nella zona dei Castelli Romani, dove i Vigili del Fuoco sono stati costretti a numerosi interventi per salvare gli automobilisti impantanati.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Maltempo: automobilisti impantanati ad Ariccia ed ai Castelli Romani

Le piogge torrenziali hanno causato l’allagamento di via Uccelliera e via delle Cerquette ad Ariccia, una vera e propria inondazione di acqua e fango ha reso impraticabile la circolazione e necessario l’intervento della polizia locale per chiudere la circolazione e aiutare gli automobilisti in difficoltà. I problemi maggiori sono stati riscontrati però nella zona dei Castelli Romani: ad Albano una bomba d’acqua ha causato il totale allagamento della galleria Appiabis in entrambe le direzioni. I Vigili del Fuoco sono intervenuti con l’equipaggiamento “Sacco d’acqua” per soccorrere gli automobilisti in difficoltà. Registrato anche lo sradicamento di diversi alberi, non solo per la violenza delle precipitazioni ma anche a causa dei fulmini. Per fortuna al momento non sono state segnalate vittime.