Incidente stradale, lui grave e lei morta al rientro dalle vacanze – FOTO

incidente stradale
Un grave incidente stradale è costato la vita ad una donna, grave il marito – FOTO: screenshot

Un incidente stradale che ha coinvolto una sola vettura si è chiuso in tragedia, con la morte di una donna ed il ferimento grave del marito.

Un incidente stradale ha distrutto una vita trascorsa insieme, e per Bruno e Marisa è finita. Lui è ricoverato in gravissime condizioni in ospedale mentre la donna è morta sul colpo dopo che l’auto guidata dal marito è uscita di strada ribaltandosi per diverse volte in un campo esterno alla carreggiata. Il veicolo si è poi fermato poco prima di finire all’interno di un canale di scolo. La vittima è stata sbalzata fuori dall’abitacolo ed è deceduta in quegli orribili secondi. Aveva 65 anni, mentre il marito, imprenditore originario della provincia di Pesaro e Urbino, 72. Vivevano a due passi da Tavullia e stavano tornando a casa dalle vacanze quando si è verificato questo incidente sull’Autostrada A14, tra Valle di Rubicone e Rimini Nord. Il tutto è avvenuto ieri mattina alle 5:00.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Incidente, fatale probabilmente un colpo di sonno del conducente

E purtroppo i soccorsi sono scattati solamente poco prima delle 9:00 di mattina, al passaggio dei primi veicoli che hanno potuto segnalare l’evento. L’uomo si trova ora ricoverato all’ospedale ‘Bufalini’ di Cesena nel reparto di Medicina d’urgenza e ha riportato diverse ferite anche importanti. Ciò nonostante è lucido e ricorda tutto di quanto vissuto. Lui e sua moglie erano stati in Belgio e stavano tornando a casa. Probabilmente è risultato fatale un colpo di sonno. Nessun altro veicolo è stato coinvolto nel sinistro. E l’auto della coppia è finita anche con l’essere quasi nascosta dall’erba alto. Questo, la località semideserta ed il buio hanno fatto si che i soccorsi scattassero in ritardissimo. Poi sono giunti due ambulanze ed un elicottero, la PolStrada di Forlì ed i Vigili del Fuoco. Successivamente si è formata una coda di 2 km, presto smaltita.