Piacenza, coppia scomparsa: lui è in fuga nei boschi

coppia scomparsa Piacenza
È mistero sulla coppia scomparsa a Piacenza, le autorità cercano lui – FOTO: Twitter

Da una settimana gli inquirenti cercano la coppia scomparsa in provincia di Piacenza. L’ipotesi: lui l’ha uccisa ed ora si nasconde nella vegetazione.

È diventato un giallo la vicenda della coppia scomparsa a Piacenza. Da una settimana non si hanno più notizie della 28enne Elisa Pomarelli e del 45enne Massimo Sebastiani. Quest’ultimo è stato formalmente indagato per omicidio e occultamento di cadavere, nonostante anche di lui se ne siano perse le tracce. I due erano stati a cena al ristorante ‘Il Lupo’ di Ceriano, poi lei è sparita e lui è stato visto intorno alla mezzanotte mentre camminava con uno zaino in spalla tra Sariano e Gropparello. Poi i cani molecolari hanno fiutato tracce di Sebastiani ritenute risalenti a due giorni fa nei boschi di Veleia. I Ris di Parma hanno compiuto un sopralluogo nell’abitazione dell’uomo sequestrandone auto e telefono cellulare. Pare che tra Elisa Pomerelli e Massimo Sebastiani, che si conoscevano da circa 3 anni, ci fosse un amore non corrisposto. L’uomo, operaio tornitore, avrebbe provato più volte a conquistare il cuore della ragazza.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Coppia scomparsa, Sebastiani si è dato alla macchia: è caccia all’uomo

Attualmente ci sono 150 uomini impegnati nelle ricerche della coppia scomparsa, e ci si sta avvalendo anche dell’aiuto di un amico stretto di Sebastiani, uno che con lui ha spesso frequentato quei boschi pescando ed andando a caccia insieme. Lo definisce “un pò Rambo, di cose estreme ne ha fatte. Una volta si è buttato nell’acqua gelata per diecimila lire. Un’altra ancora si è sdraiato su una tavola di chiodi”. Nella zona ci sono numerose vasche di irrigazione, tutte di grosse dimensioni. E Massimo era stato visto con i pantaloni bagnati, si teme quindi che possa avere ucciso Elisa Pomarelli per poi gettarne il corpo in uno di questi. Prima di incamminarsi zaino in spalla per strada, l’uomo era stato visto mentre faceva benzina, e dalle immagini di sicurezza estrapolate dalle telecamere era solo nella sua auto. Adesso si sarebbe dato alla macchia per provare a sopravvivere all’addiaccio e nutrendosi di quello che potrà trovare in natura, tra selvaggina e frutti selvatici. Gli inquirenti continuano ad indagare ed a perlustrare l’ampia zona palmo a palmo, in attesa di una novità, una svolta.