Governo PD-M5S, Palazzo Chigi: “Iniziato il percorso per il programma condiviso”

PD-M5S, Palazzo Chigi
(Getty Images)

Conclusa la seconda giornata di consultazioni per il Governo Conte bis, da Palazzo Chigi fanno sapere che il percorso verso il programma condiviso è avviato.

Durante la prima giornata di consultazioni il PD ha ufficializzato il proprio appoggio al Governo Conte bis confermando che ci sarebbe la maggioranza utile a governare il Paese. In seguito alla comunicazione di questo accordo il Presidente della Repubblica ha dato il mandato a Conte per provare a creare un nuovo esecutivo. Oggi il premier ha ricevuto le delegazioni di tutti i partiti politici che fanno parte del Governo e se da destra è arrivata la conferma della disapprovazione per un accordo fino a pochi giorni fa inatteso, con PD e Movimento 5 Stelle si è parlato di quelli che dovrebbero essere i punti fondanti del prossimo Governo.

Al termine dell’incontro con il PD, il segretario dem Zingaretti ha spiegato alla stampa come uno dei punti fondamentali è ritenuto il taglio delle tasse e la riforma dell’istruzione, quindi una rivisitazione di quella della sicurezza. I nodi da sciogliere rimangono in ogni caso molti, i più importanti riguardano il Reddito di Cittadinanza e il taglio dei parlamentari, ma non è da trascurare la questione Tav e la riforma della Giustizia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Palazzo Chigi: “Iniziato il percorso per un programma condiviso”

Da Palazzo Chigi fanno sapere intanto che per discutere delle divergenze ci sarà tempo e che le consultazioni con PD e Movimento 5 Stelle hanno portato alla delineazione di un percorso condiviso. Prevista una nuova riunione già sabato, nella quale si dovrebbe cominciare a lavorare sul programma di Governo: “Si è delineato un percorso di lavoro per consentire di elaborare un programma condiviso da entrambe le forze politiche sulla base delle prime linee programmatiche pervenute”. Solo in un secondo momento si parlerà dei Ministri (ecco quali potrebbero essere) e si procederà con la votazione della Fiducia, passo necessario per cominciare il nuovo percorso.