Home News Atti espliciti con le due figlie piccole davanti al fidanzato pedofilo: mamma...

Atti espliciti con le due figlie piccole davanti al fidanzato pedofilo: mamma dell’orrore arrestata

CONDIVIDI
sesso bambini pornografia
Rose Beth Litzky

Secondo quanto rivelato dal Mirror, la donna avrebbe compiuto atti espliciti con le due figlie piccole davanti al fidanzato pedofilo: lui è Roberto Oquendo, 38 anni.

Oltre quale limite si può spingere la depravazione di un essere umano? E fino a dove una donna può trasformarsi a sua volta in un mostro semplicemente per compiacere il proprio fidanzato? La storia che arriva dalla contea di Brevard, negli Stati Uniti, è di quelle da far rabbrividire. Un uomo e una donna che si conoscono in chat e che iniziano a parlare. Nulla di strano, se non fosse per il fatto che quella donna, 33 anni, avrebbe poi avuto degli atti sessuali con le sue due bambine. Perché? Per farlo vedere a quell’uomo, il suo fidanzato, che spiava il tutto attraverso un’apposita app.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Mamma di 33 anni compie l’orrore, il fidanzato guarda dal cellulare: i mostri in galera

Rose Beth Litzky, 33 anni, è detenuta nella prigione della contea di Seminole e sarà giudicata il prossimo 15 ottobre. Produzione e possesso di pornografia infantile, oltre che atti sessuali espliciti con minori. Ecco di cosa è accusata. Roberto Oquendo, 38 anni, tra l’altro è stato successivamente condannato a scontare una pena di 50 anni in una prigione federale. Questo perché, durante un controllo, i militari hanno trovato in suo possesso altro materiale pedopornografico. Andando a scavare a fondo nella vita privata dell’uomo, ciò che ne è uscito fuori è stato il ritratto di un mostro. Per anni Oquendo aveva raccolto materiale pornografico avente ad oggetto bambini, anche molto piccoli. Non solo, ha ammesso di aver utilizzato egli stesso dei cellulari per scattare foto a delle bambine per compiacere le sue perversioni. Nella sua casa di Brevard sono state ritrovate, inoltre, migliaia di immagini e video di due giovani ragazze in particolare, che all’epoca erano ancora delle bambine. Neonati e bimbi piccoli raffigurati in attività sessuali, inclusa la condotta sadica. Ecco cosa c’era in casa del mostro.