Icardi, contatto tra Juventus e Inter per uno scambio con Dybala

Il futuro di Mauro Icardi è ancora da decifrare a pochi giorni dal termine del calciomercato estivo: possibile scambio con Dybala?

icardi dybala
(JUAN MABROMATA/AFP/Getty Images)

Ancora pochi giorni e si conoscerà il futuro di Mauro Icardi. L’attaccante argentino, ormai messo ai margini dall’Inter, continua a sperare in un reintegro che non avverrà come annunciato ancora una volta dall’ad nerazzurro Beppe Marotta. La soluzione migliore per l’ex Samp sarebbe quello di fare le valigie per sposare un nuovo progetto interessante per la sua carriera. Come svelato da “La Gazzetta dello Sport” nelle ultime ore ci sarebbe stato un contatto con la Juventus con Fabio Paratici che avrebbe provato a capire se ci siano i margini di una possibile trattativa lampo con la società nerazzurra. C’è stata una lunga telefonata con lo stesso Marotta per provare ad inserire anche Dybala in un possibile scambio tra le parti. Il connazionale di Icardi è rimasto in panchina nella prima sfida di campionato contro il Parma: Sarri e Martusciello gli hanno preferito Higuain al centro dell’attacco.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Icardi, le parole di Wanda Nara fanno infuriare l’Inter

Ancora ospite della trasmissione Tiki Taka su Italia1 Wanda Nara, moglie-agente di Icardi, ha rilasciato alcune dichiarazioni che hanno fatto infuriare l’Inter: “Lui è sempre stato coerente e ha rifiutato tantissime offerte di grande squadre. Io ho fatto il mio lavoro parlando con diversi club, ma poi la decisione la prende sempre lui”. Poi ha aggiunto: “La sua decisione è sempre stata chiara, magari ha parlato con qualcuno che gli ha chiesto di restare. Magari quello che comanda… Si sono dette tante cose su di noi, molte sono false. Si è detto che Mauro avesse già un accordo con la Juve. O che io sia andata a Napoli. Falsissimo. Io non posso mettergli un’arma in testa: lui vuole restare. La società paga lo stipendio ed è libera di decidere se utilizzarlo, lui è libero di decidere dove giocare. Ognuno fa quello che si sente”. Ora l’Inter non vede l’ora di liberarsi dell’attaccante, soprattutto dopo l’arrivo dell’ariete Lukaku, che ha già conquistato la piazza nerazzurra con il suo primo gol firmato contro il Lecce.