Home News Livorno, Simonetta Gaggioli trovata morta in un fosso: sospetti su figlio e...

Livorno, Simonetta Gaggioli trovata morta in un fosso: sospetti su figlio e nuora

CONDIVIDI

Simonetta GaggioliLivorno, Simonetta Gaggioli trovata morta in un fosso: sospetti su figlio e nuora. Ecco cosa le hanno fatto. 

Filippi Andreani, 47 anni, è accusato insieme alla moglie Adriana Pereira Gomes di aver occultato il cadavere di sua madre Simonetta Gaggioli, ex funzionaria della Regione Toscana di 75 anni. L’uomo davanti agli inquirenti ha spiegato così il ritardo con il quale ha denunciato la scomparsa della mamma: “Ho presentato la denuncia di scomparsa di mia madre qualche giorno dopo che non avevo più notizie di lei perché non ero preoccupato della sua assenza. Già in passato era capitato che si allontanasse per andare a trovare delle amiche e non si facesse sentire per un po’ di tempo”.

La spiegazione non convince assolutamente gli inquirenti che indagano l’uomo e sua moglie per occultamento di cadavere. Il corpo della donna fu trovato in avanzato stato di decomposizione avvolto in un sacco a pelo all’interno di un fosso lungo l’Aurelia, tra Riotorto e Follonica. Al momento del ritrovamento il figlio aveva denunciato la scomparsa solo da 24 ore. L’uomo continua a ripetere: “Non so come facesse il corpo di mia madre ad essere lì. Non ne ho la minima idea”.

La svolta in arrivo dalle indagini dei Ris e dall’autopsia sul corpo di Simonetta Gaggioli

Una svolta potrebbe arrivare da due attività in corso di svolgimento: l’analisi dell’auto dell’uomo da parte dei Ris e l’autopsia sul corpo della 75enne. Si dovrebbe così capire se Simonetta sia stata uccisa e nel caso si cercherebbero sue tracce nell’auto del figlio. Altri elementi utili arriveranno sicuramente dall’analisi del telefonino della donna con la ricostruzione di tutte le chiamate fatte e ricevute e di tutti i suoi spostamenti almeno finché l’apparecchio è rimasto acceso.Da quel che già si è appreso è che il telefonino della donna è stato utilizzato per chiamare una sua amica il giorno prima del ritrovamento del cadavere, ma non può essere stata lei a telefonare dato che era sicuramente già morta da diversi giorni. Chi ha fatto quella chiamata? E perché?

Se dovesse emergere che la donna è morta per un malore (ricordiamo che esternamente non sono presenti segni di violenza) bisogna capire perché il corpo è stato avvolto e gettato in quel fosso. E ovviamente da chi.