Salvini al Senato risponde alle accuse di uso improprio di simboli religiosi

Matteo Salvini al Senato, la risposta a Conte dopo l’accusa di uso improprio dei simboli religiosi: “Cuore immacolato di Maria per il popolo italiano”.

(Getty images)

E’ terminato pochi minuti fa il discorso che Matteo Salvini ha preparato e recitato in Senato in risposta all’intervento di Giuseppe Conte, prossimo ex presidente dopo le dimissioni appena annunciate. Salvini ha dovuto rispondere all’accusa di aver utilizzato in modo improprio i simboli religiosi, avanzata proprio da Giuseppe Conte: Matteo Salvini infatti, durante gli ultimi comizi nelle piazze (e spiagge) italiane, ha sventolato in aria rosari, santini, e ha invocato il “cuore immacolato di Maria” per la salvezza del popolo italiano.

Matteo Salvini pare essere rimasto scandalizzato dall’accusa ricevuta, e dopo essersi dichiarato (di nuovo) profondamente credente e cattolico, ha assicurato che “il popolo italiano vota con la testa e con il cuore”, e che i simboli religiosi non hanno niente a che vedere con la sua campagna elettorale mai finita. Poi ha concluso l’intervento con una frase ambigua, e un po’ fuori luogo: “Omnia vincit amor”, l’amore vince su tutto.

Potrebbe interessarti anche –> Conte al Senato, attacco durissimo a Salvini che siede di fianco a lui VIDEO

In Senato Matteo Renzi ha letto il Vangelo a Salvini

A proposito dell’argomento è intervenuto anche Matteo Renzi che, dopo aver citato alcuni versi del Vangelo secondo Matteo, ha chiesto a Matteo Salvini di autorizzare immediatamente lo sbarco dei migranti prigionieri a bordo della Open Arms, in nome della carità e dell’amore cristiano. Salvini, però, ha scosso la testa in risposta.

Ma Conte e Renzi non sono stati gli unici a sgridare Salvini. Anche Nicola Morra, del Movimento 5 Stelle, lo ha duramente criticato in aula: “Ostentare il rosario in Calabria significa mandare messaggi in codice a certe forze che il ministro degli interni deve combattere, non favorire. Ma sicuramente è stato per ignoranza, non per intenzione […] L’ha fatto ma non sapeva quello che stava facendo, e quindi Padre perdonalo perché non sapeva quello che faceva“.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!