Bibbiano, intercettazioni spaventose di una madre affidataria – VIDEO

bibbiano intercettazioni
Intercettazioni che lasciano a bocca aperta, altro caso mostruoso nella vicenda Bibbiano – FOTO: viagginews.com

Spuntano fuori altri spaventosi dettagli dalla orribile vicenda a Bibbiano. Una madre affidataria si scaglia contro una bimba perché questa non collabora.

L’orribile caso Bibbiano relativo ad un giro di soldi legato ad affidi forzati ed inventati dal nulla con accuse mostruose nei confronti delle famiglie naturali – il tutto a discapito di bambini anche molto piccoli, traumatizzati da quanto vissuto – continua a presentare vicende che travalicano l’incredibile. E che colpiscono per la spietatezza mostrata dai soggetti adulti coinvolti. ll Telegiornale Regionale dell’Emilia-Romagna ha divulgato una intercettazione telefonica fra due delle donne coinvolte nell’inchiesta ‘Angeli e Demoni’. Ma ora c’è dell’altro che verrà passato al vaglio della Procura di Reggio Emilia su questo aberrante scandalo che andava avanti da anni in Val d’Enza. Sempre il TGR Emilia-Romagna fa sentire l’audio di una madre affidataria che sgrida una bimba perché quest’ultima non voleva collaborare. La piccola non intendeva infatti parlare di abusi subiti dai genitori naturali, abusi che non c’erano mai stati. E poi per punirla la lascia sotto ad un temporale.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Bibbiano, la rabbia di Salvini: “Tanta galera e zero pietà”

Si sentono frasi come “Scendi, non ti voglio più”, con un tono di rabbia, e poi “Non scrivi sul tuo diario perché hai paura di farlo, perché le cose che devi scrivere adesso sono talmente profonde che non ti va più di scriverci. Non ci vuoi neanche andare vicino”. Cose dette nel crudele tentativo di manipolare la bambina. Sulla vicenda si è espresso su Twitter anche Matteo Salvini. “Angosciante e sconvolgente. Una ‘madre affidataria’ lascia una bimba sotto un temporale, tra urla agghiaccianti, perché si rifiuterebbe di parlare degli (inesistenti) abusi subiti dai genitori naturali. Questi erano dei mostri, c’è da vergognarsi a definirli esseri umani!”. Il ministro dell’Interno, in un altro tweet, dice la sua su come andrebbero puniti i colpevoli delle mostruosità di Bibbiano. “Per i responsabili degli orrori del sistema Bibbiano serve solo tanta, tanta galera e zero pietà, spero che gli inquirenti procedano in fretta e, soprattutto, visti gli ambienti coinvolti, senza guardare in faccia a nessuno”.