Home News Calabria, si addormenta sul materassino e finisce in Sicilia: ha rischiato tantissimo

Calabria, si addormenta sul materassino e finisce in Sicilia: ha rischiato tantissimo

CONDIVIDI

Calabria: un ragazzo italiano di 28 anni, Luigi Vazzana, si è addormentato sul materassino in mare e si è svegliato in Sicilia. Lo ha salvato la Guardia Costiera.

Sembra incredibile ma è successo davvero: un ragazzo di 28 anni si è addormentato su un materassino gonfiabile in acque calabresi, ed è stato trasportato dalle correnti fino in Sicilia, dove è stato salvato dalla Guardia Costiera dopo ben nove ore di deriva. Una disavventura simile aveva visto protagonista, nell’estate del 2017, un diciottenne ucraino che si era addormentato mentre faceva il bagno nel Mar Nero, in Ucraina, ed era stato ritrovato dopo tre giorni in balia delle onde in Crimea.

Potrebbe interessarti anche –> Cade dal balcone, e proprio mentre se la spassa con la fidanzata: è grave

Si addormenta sul materassino in Calabria e si risveglia in Sicilia: l’avventura di Luigi Vazzana

Un pisolino sul materassino in mare ha sfiorato la tragedia per Luigi Vazzana e i suoi amici e familiari, di Reggio Calabria. Sabato scorso Luigi si era allontanato dalla riva di Scilla a bordo del suo materassino gonfiabile, per godersi un po’ di relax a largo. Intorno alle 17:00 dello stesso giorno un suo amico, in canoa, lo aveva incontrato ancora tranquillo; ma verso le 19:45, non vedendolo rientrare dalla spiaggia, gli amici di Luigi si sono allarmati, e hanno deciso di contattare la Capitaneria di Porto. Dopo aver informato i genitori e la sorella del ragazzo sono iniziate le ricerche: un elicottero, quattro motovedette e diversi sommozzatori si sono mobilitati per cercare il ragazzo nella baia di Marina Grande a Scilla, ma del 28enne non c’era traccia. Solo nove ore dopo, a notte fonda, il giovane è stato ritrovato a largo di Messina, tra le acque siciliane, aggrappato al materassino gonfiabile e molto spaventato.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Gli agenti che l’hanno salvato hanno spiegato che il giovane ha rischiato moltissimo. Infatti se non lo avessero trovato in tempo se fosse andato ancora più al largo sarebbe stato quasi sicuramente colpito da una nave delle tantissime navi di passaggio.