Home News Morte Nadia Toffa, l’amico fisioterapista: “Era lei che ci dava forza”

Morte Nadia Toffa, l’amico fisioterapista: “Era lei che ci dava forza”

CONDIVIDI

Nadia toffa, amico fisioterapistaL’amico fisioterapista di Nadia Toffa ha svelato come durante il periodo della malattia fosse la Iena ad incoraggiare gli altri e come non abbia mai perso la grinta che la caratterizzava.

In molti, prima di ieri, hanno sperato che Nadia Toffa riuscisse a superare il cancro e ad andare avanti con la sua vita. Il destino però ha voluto che la malattia avesse la meglio e da poco più di 24 ore amici e fan si devono abituare all’idea che non vedranno più il suo sorriso e non potranno più ammirare il suo talento. Ieri le Iene l’hanno salutata con un commovente post, a cui si sono aggiunti quelli singoli di Nicola Savino, Giulio Golia, Silvia Toffanin e molti altri.

Dalle loro parole emerge una donna sempre sorridente, pronta a battersi per le cose importanti ma senza mai prevaricare gli altri, una donna con un coraggio da leone che anche in punto di morte non ha smesso di apprezzare la vita ed incoraggiare gli altri. Anche il suo amico fisioterapista, Fabrizio Gardina, l’uomo che l’ha aiutata a tornare a camminare dopo l’operazione e che Nadia ha ringraziato pubblicamente la ricorda allo stesso modo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Fabrizio Gardina ricorda Nadia Toffa

Conosciuta per caso 15 anni fa, Nadia era entrata nella vita di Fabrizio in maniera decisa. Il fisioterapista aveva aiutato il padre a riprendere a camminare dopo un incidente e da lì il loro rapporto si è stretto al punto che la Iena lo ha inserito in un suo servizio. Dopo l’operazione è stata proprio Nadia a volere che fosse lui ad aiutarla con la riabilitazione, una scelta per cui Fabrizio le è riconoscente: “È stato un onore starle vicino in un momento così difficile. Sembra incredibile, ma era lei che cercava di confortarci. È stata una guerriera in vita e lo è stata fino alla fine. Non ha mai mostrato nessun segno di cedimento in questa situazione. Anzi”.

In quei momenti difficili tra una chemio e l’altra, Nadia non ha mai perso la speranza ed ha sempre incoraggiato chi si dispiaceva di vederla senza forze: “Sa cosa diceva? Probabilmente devo fare qualcos’altro da un’altra parte’. Sapeva di aver fatto tutto quello che poteva, qua. E lo ha dimostrato con i fatti. Sono sicuro che sta già lottando da qualche altra parte, così come ha fatto su questa terra”, ha rivelato il fisioterapista al ‘Messagero’.