Squali attaccano e uccidono una 21enne mentre fa snorkeling

Gli squali attaccano ed uccidono una 21enneJordan Lindsay è stata uccisa dagli squali mentre faceva snorkeling nelle acque delle Bahamas, la ragazza era in vacanza con i genitori ed aveva solamente 21 anni.

La giovane studentessa americana Jordan Lindsay si trovava in vacanza con i genitori alle Bahamas quando è divenuta vittima di un feroce attacco degli squali (episodi simili si sono verificati in passato, come la sposa aggredita ai Caraibi). La ragazza stava partecipando ad un tour delle isole e delle grotte insieme ai genitori ed aveva deciso di scendere in mare per immergersi in quelle paradisiache acque ed ammirare con stupore la bellezza dei fondali. A fare snorkeling insieme a lei c’era la madre, mentre il padre era sceso su un isola per dare da mangiare a dei maialini.

All’improvviso la madre si accorge che uno squalo si sta avvicinando a Jordan e urla alla figlia di fare in fretta e raggiungerla, la ragazza non sente l’avvertimento e viene morsa una prima volta. Lo squalo le asporta gran parte del braccio destro. La donna continua ad urlare e si accorge che la figlia non ha più un braccio. Pochi istanti dopo un secondo squalo la morde ad altezza del busto e le stacca una sostanziosa parte del busto.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Squali attaccano una 21enne: il disperato tentativo di salvataggio

La situazione è terrificante, la madre smette di urlare e spinge via lo squalo, quindi porta il corpo della figlia sulla barca dove si trova anche il marito che, allertato dalle urla, ha fatto il prima possibile per raggiungerle. Le ferite riportate sono troppo gravi e Jordan muore tra le braccia della madre. Il decesso è stato ufficializzato qualche ora dopo all’ospedale di Nassau.

Quasi due mesi dopo la tragedia (avvenuta il 26 giugno scorso) i due genitori hanno rilasciato una breve comunicato alla ‘NBC‘ in cui si legge: “Il suo nome era Jordan Lindsay, e ci manca già moltissimo. Lei era affettuosa ed amava tutti gli animali. E’ (tristemente) ironico che sia stata uccisa proprio da uno squalo”. In una recente intervista Michael, il padre, ha confessato che dal giorno dell’incidente letale si alza sempre nel cuore della notte e scoppia a piangere.

Fabio Scapellato