Bibbiano, bambina rapita da finti operatori Enpa: “Non sappiamo dove sia ora”

bibbiano bambina rapita
Vicenda Bibbiano, sta facendo discutere il caso di una bambina rapita – FOTO: pixabay

Fra i tanti casi orribili di Bibbiano, spicca quello di una bambina rapita in maniera grottesca da spietati assistenti sociali in maniera terrificante.

È di qualche giorno fa l’orribile caso tra i tanti di Bibbiano relativo ad una bambina rapita alla mamma dagli assistenti sociali della Val d’Enza. La piccola le era stata tolta con l’inganno, con i ‘professionisti’ che si erano inizialmente qualificati come operatori dell’Enpa, l’Ente Nazionale Protezione Animali. La cosa era stata affermata da lei stessa, una donna che ha attualmente 34 anni e che, poco più che maggiorenne, cadde nella spirale della droga, per poi uscirne. Una volta riabilitata, entrambe le sue due figlie le furono restituite e lei si era rifatta una vita con tanto di matrimonio. ‘Il Giornale’ rivanga questa storia intervistando telefonicamente Stefania, la madre della bambina rapita. Lei ha avuto a che fare con questa brutta situazione, anni fa, ed ora fa sapere di non essere a conoscenza di come stia o di dove si trovi la bimba.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Bibbiano, gli assistenti sociali si finsero volontari Enpa

“Bussarono in casa delle persone che dicevano di essere dell’Enpa e di aver ricevuto delle segnalazioni per il troppo abbaiare del nostro cane. Io e mio marito non ci siamo fidati fin da subito, poi da due che erano, gli individui sono diventati 5. In più avevamo installato delle telecamere di sicurezza in giardino contro i ladri, visto che avevamo subito un furto. Quella mattina però la corrente non c’era, ce l’avevano staccata. Ero impaurita”. Il racconto continua: “Mi hanno chiesto i libretti sanitari dei cani, io inizio a cercare ma poi mi sono accorta che uno di loro aveva strappato mia figlia dalla culla e la teneva come un pacco. Presa dall’ira, ho provato a raggiungerla, ma loro sono riusciti a scappare”. E da allora la coppia non ha più rivisto la loro bimba. È solo l’ennesimo caso di tante brutte storie che riguardano Bibbiano ed i fatti accaduti negli ultimi anni.