Carabiniere ucciso: si può portare un coltello da combattimento in aereo?

Carabiniere ucciso, si può portare un coltello da combattimento in aereo ?Tra i punti oscuri dell’omicidio di Mario Cerciello Rega c’è la provenienza del coltello da combattimento usato da Lee, si può portare in aereo?

L’omicidio di Mario Cerciello Rega è avvenuto in seguito ad una colluttazione, l’americano Elder Lee ha resistito al tentativo di fermo ed ha contemporaneamente sguainato un coltello da combattimento Kabar (in dotazione ai Marines dalla Seconda guerra mondiale) con il quale ha colpito undici volte il vice brigadiere. Tra i dubbi sollevati in questi giorni, c’è proprio la provenienza di quella pericolosa arma, possibile che il ragazzo californiano l’abbia portata con sé dagli Stati Uniti?

A quanto pare sì, per le regole della TSA (Transport Security Administration) i cittadini americani possono trasportare sui voli armi come coltelli da combattimento, spade e coltellini svizzeri, basta che siano riposti accuratamente nei bagagli portati in stiva. L’unica precauzione che si richiede è quella di foderare la lama in modo tale da non causare danni a chi smista i bagagli. I cittadini americani possono portare in viaggio anche armi da fuoco, ma in quel caso devono richiedere ed ottenere uno speciale permesso.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il coltello utilizzato da Elder Lee è in dotazione ai Marines

Sul fatto Elder Lee si sia portato il coltello da San Francisco, dunque, non ci sono più dubbi, ma resta da capire come questo ne fosse in possesso e per quale motivo. Il Kabar, conosciuto anche come coltello ‘Mark‘, è una lama da combattimento da 18 cm con un impugnatura di cuoio ingrassato e un pomello di acciaio. Questo particolare modello è stato creato nel 1942 dall’azienda Camillus Cultery di New York su richiesta del governo americano. La lama ha sostituito i precedenti pugnali in dotazione all’esercito ed è riuscita così bene da rimanere tutt’ora in dotazione dei Marines. Il nome Kabar proviene dal commento entusiastico di un cacciatore americano, il quale ha lodato l’azienda produttrice spiegando che grazie al coltello era riuscito ad uccidere un orso (kill- a- bear -> Kabar).