Home News Spread supera soglia 200: andamento in tempo reale oggi 29 luglio

Spread supera soglia 200: andamento in tempo reale oggi 29 luglio

CONDIVIDI

Che cos'è lo spreadLe parole del vicepremier sulla manovra 2020 hanno fatto schizzare lo spread sopra i 200 punti: vediamo qual è l’andamento di oggi in tempo reale.

L’ultima giornata di borsa è stata segnata dal timore degli investitori che hanno intravisto nelle parole del vicepremier Matteo Salvini un nuovo periodo di scontro politico tra il governo italiano ed il Parlamento europeo. Intervistato sulla manovra 2020 che verrà votata al ritorno dalla pausa estiva, il ministro dell’Interno ha dichiarato che non approverà una Manovra timida per andare incontro alle esigenze di bilancio dettate dall’Unione Europea.

Tanto è bastato per fare schizzare il valore del differenziale tra Btp e Bund dai 186 punti base di apertura seduta ai 210 della chiusura mattutina (ecco come funziona lo spread). Con il passare delle ore, però, la situazione si è stabilizzata e lo spread è tornato a scendere attestandosi su quota 194.5 punti, valore dal quale si parte questa mattina. Per il momento, dunque, il timore di un rialzo eccessivo dello spread è scampato ma si teme che verso settembre/ottobre si possa ripresentare la situazione dello scorso anno.

Ecco un grafico live attraverso il quale potete seguire in tempo reale l’andamento dello spread (Borse.it)

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Andamento degli Spread europei vs Bund

La scorsa settimana si è conclusa con un andamento degli spread europei alternato, ci sono stati Paesi come l’Austria (20.9), i Paesi Bassi (10.4), la Finlandia (22.3) e la Francia (24.4) che hanno fatto registrare un miglioramento, mentre altri come la Danimarca (7.6), l’Irlanda (51.4), il Portogallo (82.5) e la Spagna (76.6) che hanno mostrato un andamento negativo. Positivo l’andamento dei titoli di stato del Belgio che si avvicinano alla soglia dei 30 punti e di quelli ungheresi che continuano la loro discesa e che si sono attestati a quota 261.7, un valore impensabile sino ad un mese fa quando la soglia 300 punti sembrava inavvicinabile.