Lavoro dei sogni, c’è un posto come guardiano di un’isola paradisiaca

lavoro dei sogni Low Isles
Il lavoro dei sogni vi aspetta a Low Isles, in Australia – FOTO: viagginews.com

Il lavoro dei sogni esiste e vi sta attendendo molto lontano da qui: se siete veramente determinati riuscirete a farlo vostro ed a trasferirvi qui.

Abbiamo già avuto modo di apprendere notizie come questa relativa al “lavoro più bello del mondo”. E saltuariamente ecco che da località esotica spunta fuori ancora la stessa storia, di quelle che finisce con il farci invidiare chi alla fine riesce ad aggiudicarsi tale ambito posto. Parliamo del ruolo di guardiano di una splendida e lussureggiante isoletta situata nel sud-est della lontana Australia. Le autorità locali hanno aperto ufficialmente le selezioni per trovare un nuovo responsabile che sorvegli ogni giorno sul buono stato di conservazione di flora e fauna del posto. L’isola si chiama Low Isles, è munita di un faro e non le mancano neppure una spiaggia da sogno ed un mare cristallino che di più non si può. L’ente che ricerca potenziali candidati per assegnare un solo posto di questo lavoro più bello del mondo è il Great Barrier Reef Marine Park Authority ed il termine ultimo per presentare domanda è ormai agli sgoccioli.

LEGGI ANCHE –> Il lavoro da favola alle Bahamas per una curiosa figura professionale

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Lavoro dei sogni, ma non tutto è oro ciò che luccica: “Sappiate che…”

Infatti lunedì 29 luglio sarà il giorno finale entro cui avanzare una candidatura, e dopo non sarà più possibile vedere presa in considerazione la propria proposta. Quel che viene richiesto agli aspiranti guardiani è una profonda conoscenza di paesaggi naturali ed anche nei lavori di manutenzione. Difatti ci sarà la necessità di dover svolgere riparazioni nelle strutture del faro, oltre al doversi interfacciare anche con turisti e tour operators. Occorrerà anche saperci fare con gli animali e con le piante. Lo stipendio sull’annuncio non è stato resto noto, ma questa è una di quelle rare situazioni nelle quali gli emolumenti possono anche essere ritenuti non necessariamente prioritari. L’alloggio viene fornito in maniera gratuita. Il responsabile del progetto di Low Isles però avverte: “Questo non è un lavoro per tutti: considerate che ci sono poca acqua potabile ed altrettanta poca elettricità. Fatevi avanti solamente se davvero convinti”.