Caso Bibbiano: “Vogliamo l’ergastolo per questi malati mentali”


Caso Bibbiano: “Vogliamo l’ergastolo per questi malati mentali”. Sulla vicenda dello scandalo degli affidi prende la parola, dopo Laura Pausini e Nek, anche Alessandra Pierelli.

Si torna a parlare di Bibbiano e della drammatica vicenda che ha visto coinvolti moltissimi bambini ingiustamente sottratti alle proprie famiglie al solo scopo di ottenere dei vantaggi di natura economica da parte di sindaci, psicologi, medici e altri soggetti coinvolti nei meccanismi degli affidi su cui indaga la Procura di Reggio Emilia nell’ambito dell’inchiesta Angeli e Demoni. Una trentina nelle ultime settimane sono state le persone in stato di fermo e arrestate.

Caso Bibbiano: duro sfogo di Alessandra Pierelli su Instagram

Sono molte nelle ultime ore le voci di personaggi dello spettacolo e dello star system che hanno sentito il dovere di lanciare messaggi e dire la propria opinione sulla vicenda. Qualche giorno fa si erano infatti espressi in merito allo scandalo Laura Pausini e poi anche Nek. Ora al coro dello sdegno si unisce anche la voce di Alessandra Pierelli che attraverso un post su Instagram ha espresso ciò che sente in merito a questa vicenda. La Pierelli ha infatti pubblicato sul proprio account una fotografia che la ritrae al mare assieme ai propri bambini e pensando ai piccoli protagonisti del caso Bibbiano, la Pierelli scrive: “Mi fermo a pensare a Bibbiano, lo schifo che leggo, che sento…”. La ex corteggiatrice di Uomini e Donne sottolinea l’importanza per una madre e un padre di condividere ogni cosa della vita con il proprio figlio, guardandolo crescere e concludendo infine per questo con rabbia: “Il business sulla pelle dei bambini NO!!!! Pene severe per i malati mentali che hanno creato tutto ciò, ma severe sul serio. E-R-G-A-S-T-O-L-O ( per non dire altro) io non sto zitta!!!!!”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Loro sono i miei figli, li ho fatti io, voluti, cercati….li amo più della mia vita. Mi fermo a pensare a Bibbiano, lo schifo che leggo, che sento…togliere un figlio ad un madre e ad un padre, toglierli la quotidianità, la gioia di condividere tutto, le gioie, le sofferenze, la buonanotte, il buongiorno, la sculacciata, i compiti, i baci, gli abbracci, le febbri, le notti in bianco, l’accompagnarli a scuola, portarli a fare sport, guardarli crescere, vederli cambiare, camminare soli. Il business sulla pelle dei bambini NO!!!! Pene severe per i malati mentali che hanno creato tutto ciò, ma severe sul serio. E-R-G-A-S-T-O-L-O ( per non dire altro) io non sto zitta!!!!! #bibbiano

Un post condiviso da Alessandra Pierelli🌸 (@alessandrapierelli) in data:

Leggi tutte le notizie su Google News