Home News Caos Inter, Marotta incontra Conte: addio Lukaku, ecco chi arriva

Caos Inter, Marotta incontra Conte: addio Lukaku, ecco chi arriva

CONDIVIDI

L’Ad dell’Inter Beppa Marotta delinea la strategia del gruppo: “Prenderemo due punte, una esperta e una giovane”. Ma dice “no a spese folli”.

Il lavoro in simbiosi con il ct Antonio Conte va avanti, e presto arriverà la rosa completa della squadra, ma niente scelte avventate. E’ questa la ricetta illustrata dall’Ad dell’Inter Beppe Marotta dalla Cina per tranquillizzare i tifosi del club nerazzurro. Lukaku, intanto, sembra più lontano.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La nuova Inter di Beppe Marotta

Giorni fa Antonio Conte si era lamentato del ritardo con cui la società sta operando sul mercato. Ma Marotta intende rassicurare gli animi: “Con Conte – dice l’Ad nerazzurro – abbiamo avuto un incontro proficuo, nel quale è emerso una volta di più che la società e il tecnico sono in simbiosi: presto avrà la rosa vera completa per lavorare sui dettagli come vuole e sa fare”.

In particolare, per quanto riguarda i nuovi acquisti Marotta ha chiarito che “siamo alla ricerca di due punte, una di esperienza e un giovane, perché oggi abbiano solo Lautaro. L’anno scorso c’erano anche Keita e Icardi, ora abbiamo solo un attaccante. La mancanza di fretta nasce anche da un’attenta valutazione dei profili. Poi siamo un pochino a disagio anche perché è l’anno del cambiamento, c’è stato l’arrivo di Conte con le sue idee: di sicuro l’anno prossimo saremo ancora più pronti e allineati”. A nessuno è sfuggito che l’identikit tracciato da Marotta sembra allontanare Romelu Lukaku, il quale non è così “esperto”, né tantomeno giovane.

Quanto a Conte e all’insofferenza che ha mostrato, Marotta butta acqua sul fuoco: “Lo conosco benissimo, conosco il suo linguaggio, lo so interpretare – afferma – . Tutta la società è in sintonia, direi in simbiosi, con lui, col fatto che sia molto esigente e abbia alla base di tutto una forte cultura del lavoro che lo porta a curare anche i minimi particolari. Da qui l’esigenza di avere una squadra a disposizione nell’immediato”. “Però – puntualizza – il mercato lungo fa sì che le società dilatino un po’ i loro tempi in generale. Ogni scelta va condivisa con Conte, senz’altro, ma dobbiamo anche riconoscere come debbano essere dettate dal rispetto di equilibri finanziari ed economici e quindi siamo molto attenti al rispetto del financial fair play“. In bocca al lupo…

EDS