Home News Chi è Alessia Rosati, la ragazza misteriosamente scomparsa nel ’94

Chi è Alessia Rosati, la ragazza misteriosamente scomparsa nel ’94

CONDIVIDI

studentessa scomparsa nel 1994Ripercorriamo la storia di Alessia Rosati, 21enne studentessa di Lettere che nel 1994 è scomparsa improvvisamente senza lasciare tracce.

Sono passati 25 anni da quel giorno in cui Alessia uscì di casa dicendo ai genitori “Non manco molto, di pomeriggio partiamo tutti insieme”. Sì perché quel giorno, come ogni estate, la famiglia Rosati aveva in progetto di raggiungere la casa del nonno a Bazzano, vicino Spoleto, per passare le vacanze estive. Alessia, però, in quell’appartamento di Montesacro (Roma) non ha mai fatto ritorno, né il pomeriggio stesso né a fine estate.

Inizialmente si pensò ad un allontanamento volontario, la studentessa di Lettere aveva detto più volte ai genitori che a 21 anni avrebbe voluto passare un’estate differente, in un luogo diverso da un paesino montano in cui non poteva avere contatti con amici e coetanei. Inoltre, pochi giorni dopo la sua scomparsa, un’amica ricevette una lettera in cui Alessia spiegava di essersi allontanata con un ragazzo appena conosciuto e con il quale aveva intenzione di viaggiare.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi è Alessia Rosati la studentessa scomparsa nel 1994

Nata nel 1973 a Roma, Alessia Rosati era una ragazza amante della letteratura e con una forte coscienza sociale. Amava scrivere e frequentava un centro sociale ‘Hai visto Quinto?‘ ed era molto interessata alla politica. La sua vita non era semplicemente studio e attività sociali, ma anche divertimento, visto che Alessia era attorniata da molte amiche ed amava andare a spasso per la capitale.

Possibile che avesse deciso di andare via per qualche tempo, per dare libero sfogo al suo desiderio di ribellione; d’altronde la stessa madre ammise che aveva dato segni di insofferenza, come quella volta che venne beccata mentre usciva di casa con il pigiama ed una borsa con il cambio, come a voler uscire di soppiatto. Ma la lettera non ha mai convinto i familiari e quella sensazione si è rivelata corretta, visto che la figlia non ha mai fatto ritorno. A 25 anni di distanza da quel giorno, di Alessia non ci sono tracce e gli investigatori non hanno piste concrete da seguire, tanto che l’indagine di ricerca è stata tramutata in un fascicolo senza ipotesi di reato o indagati.

Solo nel 2015 si è avuta la sensazione che potesse esserci una svolta, quando Accetti (indagato per il caso Emanuela Orlandi) disse ai genitori che si era trattato di un finto rapimento sulla stregua di quello della Orlandi e della Gregori. L’uomo sostenne di aver contattato Alessia per simulare un sequestro attraverso il quale fare pressioni ad alcuni elementi della Sisde (quell’anno scoppiò lo scandalo dei fondi neri nei servi segreti civili), ma che prima di poter orchestrare il tutto, la Rosati era scomparsa. Le indagini su quella pista però si sono rivelate un buco nell’acqua.