Home News Bari, intervento per dimagrire: 35enne morta in sala operatoria, lascia marito e...

Bari, intervento per dimagrire: 35enne morta in sala operatoria, lascia marito e figlio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:16
CONDIVIDI

Drammatica storia quella che arriva da Bari, dove una 35enne di Ostuni è morta in sala operatoria alla clinica Mater Dei: avrebbe dovuto avere un intervento per dimagrire.

È una storia drammatica, sconcertante e che fa tanta rabbia quella che arriva dalla Puglia, per la precisione da Bari. Qui una donna ha perso la vita. Ma non perché soffrisse di una qualche malattia, per un incidente, per cause naturali o per altro ancora. Semplicemente, ma drammaticamente, è entrata in sala operatoria e non è più uscita. Lei, Annalisa Zizza, voleva perdere e per questo motivo aveva deciso di sottoporsi a un’operazione chirurgica di bendaggio gastrico. Qualcosa, però, è andato storto. La 35enne non è infatti uscita viva da quella sala e ora tutti si domandano cosa sia potuto accadere in quelle ore alla clinica Mater Dei di Bari.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Bari, intervento per dimagrire: 35enne morta in sala operatoria, lascia marito e figlio

I locali sono stati già posti sotto sequestro dagli investigatori, che vogliono vederci chiaro sulla morte di Annalisa Zizza. Alla 9 del mattino di giovedì scorso, 18 luglio, la 35enne originaria di Ostuni è infatti entrata in sala operatoria alla clinica Mater Dei di Bari. Qui avrebbe dovuto subire un intervento di bendaggio gastrico per la perdita di peso. Qualcosa, però, è andato storto. Nelle prime ore del pomeriggio, i medici sono usciti dalla sala operatoria e hanno avvisato il marito: “Sua moglie non ce l’ha fatta”. Annalisa Zizza, sposata e con un figlio di 5 anni, è morta sotto ai ferri. Il Tribunale di Bari ha disposto l’autopsia sul corpo della donna per lunedì 22 luglio e solo allora si potranno conoscere le esatte motivazioni della morte. Intanto, Ostuni si stringe intorno a suo marito e a suo figlio, rimasti senza il punto di riferimento femminile della famiglia. La Puglia e tutta l’Italia chiede giustizia per Annalisa.

Leggi anche -> Vuole migliorare il suo lato B: giovane mamma muore in sala operatoria