Home News Buzz Aldrin, chi è: età, storia e vita privata dell’Astronauta

Buzz Aldrin, chi è: età, storia e vita privata dell’Astronauta

CONDIVIDI
età, storia e vita privata dell'Astronauta
(Getty Image)

Scopriamo chi è Buzz Aldrin: età, storia e vita privata di uno dei due astronauti atterrati sulla Luna in quello storico 16 luglio del 1969.

Da poco sono stati celebrati i 50 anni dall’impresa compiuta dagli astronauti dell’Apollo 11, i primi a toccare la superficie lunare nel 1969. Sebbene in questi anni sono state numerose le teorie complottiste riguardanti l’allunaggio, numerose sono le prove che quel viaggio è stato compiuto davvero e che Neil Armstrong e Buzz Aldrin hanno scritto un pezzo importante della storia, non solo americana ma di tutta la razza umana.

Proprio in seguito al 50° compleanno dell’approdo dell’uomo sulla Luna, il nome di Buzz Aldrin è tornato prepotentemente al centro delle cronache internazionali. Dopo la famosissima missione, infatti, l’astronauta ha vissuto dei periodi difficili, ma nel corso degli anni non ha mai abbandonato la sua passione per l’esplorazione e per lo spazio, scopriamo dunque qualcosa in più su di lui.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi è Buzz Aldrin, il secondo uomo che ha camminato sulla Luna

Nato a Monclaire il 20 gennaio 1930, Edwin Eugene Aldrin riceve il soprannome “Buzz” a causa di una delle sorelle: la piccola non riusciva a pronunciare la parola “Brother” e la storpiava in “Buzzer”. Dopo aver concluso il liceo, il giovane Buzz si è iscritto in Ingegneria Meccanica alla United States Military Accademy, dove conseguì la laurea nel 1951. Ben presto venne arruolato come aviatore e combatté nella guerra in Corea partecipando ad un totale di 66 missioni.

La carriera militare, però, non interessava ad Aldrin che negli anni successivi ottenne un dottorato in Astronautica e cominciò a collaborare con la NASA. Nel 1963 partecipa alla prima missione spaziale (Gemini 9) e l’anno successivo partecipa alla Gemini 9A. Nel 1966 partecipa alla missione spaziale Gemini 12, durante la quale stabilisce il record di permanenza nello spazio (5 ore e mezza) e si scatta il primo selfie nello spazio. La missione che gli cambia la vita, però, è L’Apollo 11, quella che lo porta sulla superficie della Luna (uno dei crateri porta il suo nome).

Gli anni successivi sono stati complicati, Buzz non trova più motivazioni e cade in una spirale depressiva a cui si associano problemi di alcolismo. In questo periodo tutta la sua famiglia soffre per le sue condizioni, ma con il passare del tempo Aldrin riesce ad uscire dalla spirale negativa e torna alla sua passione: l’esplorazione. Nel 1996 ha anche fondato l’associazione ShareSpace, attraverso la quale condivide la propria esperienza e lavora per fare diventare i viaggi spaziali alla portata dei comuni cittadini.

Nel corso della vita Buzz Aldrin ha ricevuto numerose onorificenze, tra le quali le più importanti sono sicuramente la medaglia d’oro del Congresso e la medaglia presidenziale delle Libertà con lode, conferita da Richard Nixon. La sua vita e le sue imprese hanno avuto un impatto importante nella cultura americana tanto che il suo nome è stato dato ad uno dei personaggi di Toy Story, è diventato protagonista di una puntata dei Simpson ed è stato citato in diverse produzioni fantascientifiche.