Home News Alberto Angela chiama la polizia: “Denuncia per il figlio inevitabile, ora basta”

Alberto Angela chiama la polizia: “Denuncia per il figlio inevitabile, ora basta”

CONDIVIDI
Alberto Angela
(Archivio)

Alberto Angela chiama la polizia imbufalito: “Denuncia per il figlio inevitabile, ora basta approfittarsi della nostra famiglia e del nostro cognome”. Qualche tempo era emersa sul web la curiosità per scoprire chi fosse il figlio del grande giornalista, amatissimo conduttore di molti programmi di approfondimento della Rai gestiti con sapienza proprio come sempre fatto dal padre Piero. Ma la cosa ha preso una piega del tutto inaspettata alla quale Alberto Angela ha voluto mettere subito fine.

Se vuoi sapere tutto su Alberto Angela e suo padre CLICCA QUI

Alberto Angela e le ragioni della denuncia

Adesso però quella curiosità per capire chi fosse il figlio di Angela si è trasformata in molti casi in morbosità, e talvolta ha sfociato anche in comportamenti del tutto illegali. Per questo motivo Alberto Angela si è recato alla Polizia Postale per effettuare una denuncia. “Che dire dei miei figli, che come tutti i ragazzi hanno il futuro negli occhi e le nostre speranze nel cuore. […] Per quanto riguarda l’attenzione esagerata dei social verso mio figlio Edoardo che posso dire. Mi è spiaciuto come potrebbe dispiacere a lei, ha figli? Mi dispiace perché lui non è qualcuno che vuole esporsi, è una persona normale. Lì è il mondo che bussa alla porta, è un effetto collaterale dell’epoca in cui viviamo. Sono nati decine di profili fake con le sue foto e il suo nome. Erano quaranta. Sono andato dalla polizia postale, è partita un’ azione legale. Questo si chiama furto di identità ed è un reato”, ha dichiarato Angela al Corriere della Sera.

Leggi anche –> Alberto Angela, il figlio 19enne Edoardo fa impazzire il web: “E’ bellissimo” – FOTO

Il presentatore poi ha aggiunto in merito all’attenzione dei social che lui stesso riceve e al gruppo Facebook che ne celebra la virilità: “Io non commento. Il Web è quello che è, e questo è uno dei suoi volti. Sui social viaggia molta emotività. Lascio agli altri commentare queste cose, perché mi sembra tutto molto evidente. Sono come il naturalista nella savana che guarda con il binocolo: non deve intervenire e giudicare, osserva e basta”.

Leggi anche –> Alberto Angela infuriato per le domande sul figlio Edoardo se ne va