Roberto Andò: chi è il regista di Conversazione su Tiresia

Chi è Roberto Andò, il regista di Conversazione su Tiresia, monologo scritto e interpretato dallo scrittore siciliano Andrea Camilleri.

roberto andò
(Andreas Rentz/Getty Images)

Classe 1959, palermitano, considerato allievo di Leonardo Sciascia che fu il suo mentore, il regista Roberto Andò ha diretto sia la regia teatrale che quella televisiva di Conversazione su Tiresia, monologo scritto e interpretato da Andrea Camilleri, il grande scrittore italiano venuto a mancare il 17 luglio 2019. Tra i Maestri del cinema con cui Andò ha avuto l’onore di collaborare, sicuramente fondamentale è stato il suo incontro con Francesco Rosi, di cui è stato assistente alla regia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Carriera e curiosità sul regista Roberto Andò

Esordisce alla regia teatrale a metà anni Ottanta, quindi arrivano alcuni documentari, mentre per Roberto Andò l’esordio sul grande schermo è nel 2000 con Il manoscritto del Principe che racconta gli ultimi anni di vita dello scrittore Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Nel 2004, viene poi presentato a Cannes durante la Settimana Internazionale della Critica Sotto falso nome, secondo lungometraggio tratto da uno scritto dello stesso regista. Infatti, Roberto Andò non è solo regista, ma anche scrittore e saggista raffinato e apprezzato.

Viaggio segreto, film del 2006 liberamente tratto dal romanzo Ricostruzioni di Josephine Hart, gli vale invece il Nastro d’Argento per la miglior fotografia. Il film che però lo fa apprezzare dal grande pubblico oltre che dalla critica è il successivo Viva la libertà, interpretato da Toni Servillo, che fa incetta di nomination e premi ai David di Donatello, Nastri d’Argento, Globi d’oro e Ciak d’Oro. Molto apprezzato anche il successivo Le confessioni, sempre con Toni Servillo. Nel 2018, infine, è uscito Una storia senza nome, interpretato da Micaela Ramazzotti.