Andrea Camilleri: ‘Che ci faccio qui’, l’ultima intervista alla Rai

La morte dello scrittore siciliano Andrea Camilleri: due mesi fa a ‘Che ci faccio qui’, l’ultima intervista alla Rai, riproposta da Raitre.

andrea camilleri intervista
(screenshot video)

La Rai ha scelto di rendere omaggio ad Andrea Camilleri, nel giorno della scomparsa dello scrittore siciliano, con una serie di modifiche al palinsesto quotidiano. In particolare, su Raitre viene trasmessa in prima serata una puntata del programma ‘Che ci faccio qui’, di Domenico Iannacone e di Luca Cambi, con un’intervista allo scrittore proprio a cura di Iannacone. La puntata dal titolo ‘Andrea Camilleri, vedere oltre‘ è andata per la prima volta in onda mercoledì 8 maggio 2019 alle ore 20.30 sempre su Raitre.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’ultima intervista in Rai di Andrea Camilleri

Negli ultimi anni della vita, il Maestro della letteratura italiana è divenuto cieco e alla sua cecità ha dedicato il monologo Conversazione su Tiresia. Da uno spezzone dello spettacolo – riproposto stasera in prima serata da Raiuno – Iannacone parte per intervistare il grande scrittore proprio sul tema della cecità, sulle paure e sui timori derivanti dalla perdita della vista. L’intervista dunque è stata realizzata circa 40 giorni prima dell’arresto cardiaco, poi risultato fatale.

Andrea Camilleri, nei 20 minuti di intervista, rivela a Domenico Iannacone che la sua paura più grande legata alla cecità non è quella di non poter vedere il mondo attorno, ma quella di essere stato costretto a non leggere e scrivere. Questo però non ha influito sulla grande immaginazione dello scrittore, che non è mai venuta meno anche di fronte alla malattia e appunto alla perdita della vista. Un’intervista intensa, dunque, in cui il grande Maestro della letteratura italiana si racconta a cuore aperto: un’intervista che è anche un testamento spirituale e fonte di insegnamento.