Brescia, fidanzato cerca di strangolarla e ucciderla: lei lo scrive su Facebook

lei lo scrive su FacebookBrescia: una ragazza si sfoga su Facebook raccontando come il fidanzato avesse cercato di ucciderla strangolandola. Un amico, leggendo l’accaduto, si è spaventato ed ha denunciato l’episodio.

Lo scorso gennaio un uomo di 34 anni residente nel comune di Nave (Brescia), in preda alla collera, si è scagliato con violenza contro la fidanzata in auto, mettendole le mani al collo e cercando di strangolarla. La ragazza è tornata a casa scossa ed ha deciso di raccontare l’accaduto sulla propria pagina Facebook, ma non di denunciare il fidanzato per aggressione.

Letto quanto raccontato dalla ragazza, un suo amico ha capito che si trattava di uno di quei casi di violenza che, se non fermati in tempo, avrebbe potuto portare ad un esito nefasto, così ha deciso di denunciare l’episodio ai Carabinieri. Dopo mesi di indagini, il Gip che si occupava del caso ha emesso un’ordinanza di arresto ai danni dell’uomo con l’accusa di tentato omicidio. L’ordinanza è stata messa in atto dai Carabinieri nelle scorse ore e l’uomo si trova adesso in carcere.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Brescia, uomo cerca di uccidere moglie e figlia con un martello

Quanto successo a Nave è il secondo caso di violenza sulle donne emerso nelle ultime ore nella provincia di Brescia. Sempre questa mattina, infatti, i carabinieri hanno arrestato un uomo residente a Corchiano che ha cercato di uccidere con un martello la moglie e la figlia. Anche in questo caso è stata decisivo l’intervento di un terzo soggetto, visto che a chiamare le autorità è stato il figlio dell’uomo che abita al piano di sotto. Gli investigatori ritengono che l’uomo potesse aver pianificato l’aggressione e che avesse in mente di dare fuoco all’abitazione.