Chi è Monica Pirovano, l’imprenditrice accusata di furto di preziosi

Monica Pirovano, numero uno della Cogne Acciai Speciali, è accusata di furto aggravato per aver rubato un Rolex Datejust e un braccialetto Tiffany. E’ stata inchiodata dalle telecamere dello scalo di Torino 

Monica Pirovano

Soltanto un’incomprensione oppure si tratta di un vero e proprio furto? Monica Pirovano, 55enne imprenditrice milanese che vive ora in Valle d’Aosta visto che è la numero uno della Cogne Acciai Speciali, è stata ripresa mentre prendeva un Rolex Datejust del valore di 8 mila euro più un braccialetto Tiffany da mille euro, che erano stati dimenticati sul rullo all’imbarco da una turista. Il tutto è stato ripreso dalle telecamere e poi messe in circolo dalla polizia aeroportuale.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Monica Pirovano, ecco la difesa dell’imprenditrice

La stessa Monica Pirovano, ha voluto chiarire ciò che è avvenuto ai microfoni de “La Repubblica” in cui ha raccontato, passo dopo passo, tutti gli eventi: “Si tratta di un grosso equivoco. Non sono una ladra e non voglio passare come tale. Non ho mai voluto rubare quegli oggetti, piuttosto volevo restituirli alla legittima proprietaria”. Poi ha aggiunto: “Quel venerdì ero in partenza per un viaggio nel fine settimana e, di solito, parto tutti i venerdì, quindi sapevo che non sarebbe passato molto tempo prima che potessi ripassare dall’ufficio oggetti smarriti e consegnare Rolex e braccialetto. L’orologio che mi si vede al polso destro è il mio: è un Cartier e non un Rolex, lo si vede dal bordino d’oro del quadrante. Non avevo davvero ragione di rubare un orologio, per quanto prezioso. Possiedo io stessa un Rolex e non ho motivo per volerne un altro e in ogni caso, se lo volessi, lo acquisterei”. La chiosa finale: “Ho agito in buona fede”