Vittoria, bimbi investiti dal Suv: è morto anche il 12enne Simone

Vittoria, bimbi investiti dal Suv: è morto anche il 12enne Simone. 

Rosario Greco

Finisce così nel peggiore dei modi la tragedia di Vittoria in provincia di Ragusa. Mentre si celebravano i funerali dell’undicenne Alessio è morto anche il cugino Simone. I due bambini erano stati investiti mentre giocavano sul marciapiede davant ia casa dal suv guidato da Rosario Greco, l’uomo che ubriaco e drogato ha travolto e ucciso i due bimbi dandosi poi alla fuga nel tentativo di sfuggire alle proprie gravissime responsabilità.

Il piccolo Simone era sopravvissuto, ma era da subito apparso in gravissime condizioni. I medici avevano già dovuto amputare entrambe le gambe per scongiurarne la morte, ma evidentemente tutte le cure profuse non sono state abbastanza per salvargli la vita.Rosario Greco, pregiudicate e figlio di un boss locale, è accusato di omicidio stradale aggravato, omissione di soccorso, guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Al momento si trova in carcere.

Travolto e ucciso dal Suv, polemica sui funerali del piccolo Alessio a Vittoria

A rilanciare la notizia è stato il giornalista Paolo Borrometi, sotto scorto dopo un’aggressione e diverse intimidazioni a sfondo mafioso. “Hanno affidato il funerale del piccolo bimbo, all’Agenzia funebre del delinquente Maurizio Cutello. Cutello era socio in affari con il capomafia Titta Ventura e con il figlio Angelo detto ‘u checco’ e venne arrestato per questo. Lo stesso Angelo Ventura che è stato denunciato e che era nella macchina che ha ucciso il bimbo. La follia nella follia. Fermate questo scempio, intervenite per evitare che i funerali del piccolo Alessio D’Antonio possano essere fatti da un amico di chi lo ha ucciso”. Angelo Ventura e Maurizio Cutello furono arrestati nel 2017 nell’ambito dell’operazione ‘Survivors’ e sono sotto processo con accuse a vario titolo che vanno dall’associazione a delinquere di stampo mafioso all’intestazione fittizia di beni nel territorio di Vittoria.