Mihajlovic moglie, il messaggio che dà forza al marito Sinisa – FOTO

Mihajlovic moglie
Sinisa Mihajlovic moglie, il messaggio di Arianna Rapaccioni – FOTO: instagram

Arianna Rapaccioni, moglie di Mihajlovic, sceglie pochissime parole per dire tutto quello che sta accadendo adesso a suo marito dopo la scoperta della leucemia.

La notizia della malattia che ha colpito Sinisa Mihajlovic ha destato grande tristezza. Ma c’è fiducia nel carattere dell’allenatore del Bologna, che fin dai tempi in cui calcava i campi di gioco era considerato un combattente dal grande temperamento. In tanti gli hanno rivolto i migliori auguri di pronta guarigione. Spicca però quello di Arianna Rapaccioni, sua moglie e madre dei loro cinque figli. Si tratta di Virginia, Viktorija, Miroslav, Dushan e Nicholas. “Di Forza ne abbiamo tanta ma con il vostro Amore siamo imbattibili. Grazie a tutti ❤️ Snage imamo mnogo,ali sa vasom ljubavi postajemo nepobedivi!Hvala vam svima od srca ❤️!”. Poche, semplici parole per ringraziare gli auguri ed i messaggi di affetto che sono arrivati a pioggia all’attuale mister rossoblu.

LEGGI ANCHE –> Malattia Mihajlovic, Sonia Bruganelli sbotta: “Mi fai schifo”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Mihajlovic, pioggia di messaggi di pronta guarigione

E poi ci sono Viktorija (“Dicono che Dio dia le battaglie più difficili ai soldati migliori. Anche se non rispondo, vi leggo tutti e vi ringrazio di cuore. Noi siamo la famiglia Mihajlovic, non lottare non è nel nostro DNA!”) e Virginia, che ha postato una foto di papà Sinisa che esulta in campo. A questa immagine, la bellissima ragazza ha accompagnato l’epiteto simbolico e fortemente evocativo: “Guerriero”. Anche Sergej Milinkovic-Savic, centrocampista della Lazio e connazionale di Sinisa, gli ha rivolto un pensiero. “Uno come Sinisa non conosce la parola sconfitta,forza mister!”. E lo stesso ha fatto mister Serse Cosmi: “Per quello che può contare sappi che tutta la famiglia Cosmi vi è vicina e vi abbraccia forte forte…… daje Sinisa!”. Così come tanti altri.